domenica 12 ottobre 2008

Analizzare La Differenza Tra Massa E Peso In Modo Problematico [Unità Di Apprendimento - Classe 1° Sec.]

numero_10_SDCari colleghi di Scienze, eventualmente interessati,


metto a vostra disposizione una mia unità di apprendimento "Analizzare la differenza tra massa e peso in modo problematico". L'UA è stata pubblicata sul n. 10, annata 2007-08, della rivista Scuola e Didattica dell'Editrice La Scuola, nella sezione "SCUOLA IN ATTO", Educazione matematica, scientifica e tecnologica, per la classe 1°.


Riporto l'introduzione alle "Attività laboratoriali".


I concetti di massa e peso non sono di facile approccio, in quanto l’esperienza comune porta ad una loro identificazione. I ragazzi sono già in possesso di una personale “visione” del mondo e della realtà circostante e le loro idee, anche se ingenue e/o errate, sono forti, radicate… e ”funzionanti”.


È necessario, pertanto, iniziare in tempo a gettare le basi per una corretta costruzione dei concetti di massa e peso, organizzando un percorso di apprendimento basato su semplici esperienze, per giungere progressivamente, negli anni successivi, al livello formale della trattazione. L’ipotesi progettuale, di seguito illustrata, propone un apprendimento unitario da promuovere pragmaticamente, per far sì che risulti dotato di senso per i giovani alunni. Prima di iniziare, ci si assicurerà che siano stati acquisiti i concetti di: materia, corpo, sostanze e sistemi.


Di seguito, l'apprendimento unitario da promuovere e il compito unitario in situazione per la verifica dell'apprendimento.


Apprendimento unitario da promuovere. Attraverso semplici esperimenti, l’alunno scopre che il peso è una forza dovuta all’attrazione della Terra sui corpi, mentre la massa è una caratteristica invariante di questi.


Compito unitario in situazione. Realizzare ed illustrare alla scolaresca, preferibilmente in coppia con un compagno, uno o più esperimenti, magari tratti dalla vita quotidiana, in cui mettere in evidenza la differenza tra la massa e il peso dei corpi.


All'interno della UA, troverete l'articolazione delle fasi di lavoro con il suggerimento di diverse attività sperimentali, l'indicazione di risorse cartacee e digitali per gli approfondimenti, le verifiche per testare le abilità e le conoscenze acquisite, la valutazione.


Scarica il .pdf. dell'UA "Analizzare la differenza tra massa e peso in modo problematico"


Consulta le altre Unità di Apprendimento nella sezione "Materiali Didattici".

17 commenti:

  1. Sinceramente molto interessante!

    A questo punto i libri di testo cominciano ad essere obsoleti :-)

    Mi stampo il pdf, proprio in questi giorni ho affrontato massa e peso.

    Ancora complimenti! ciao, Daniele


    http://lnx.sinapsi.org/wordpress

    RispondiElimina
  2. Daniele, grazie dell'apprezzamento e felice di essere utile.


    A presto

    annarita

    RispondiElimina
  3. non distinguere tra massa e peso è uno degli errori concettuali più comuni tra gli studenti. Credo che questo dipenda dal fatto che nel linguaggio comune i due termini sono usati spetto indistintamente anzi, peggio, con il peso in genere si indica la massa. arabafenice

    RispondiElimina
  4. utente anonimo13 ottobre 2008 19:51

    annarita io sto facendo ripetizioni ,anche se per lo più di materie umanistiche e linguistiche, ad un ragazzino di scuola media e devo dire che spesso mi ritrovo ad attingere dai tuoi due blog soprattutto per le ripetizioni di matematica in cui sono un pò deficitaria :( quindi ti ringrazio

    RispondiElimina
  5. Certo che chiarire questi concetti a dei ragazzi in questo modo è importantissimo. Un bel vantaggio per quando affronteranno la fisica alle scuole superiori. Brava prof, sei grande.

    RispondiElimina
  6. @Araba: hai perfettamente ragione:)


    @commentatrice n.4: ne sono contenta. Che i miei blog risultino utili a qualcuno è uno degli scopi principali per cui sono nati;). Qual è il tuo nome?

    RispondiElimina
  7. @Enzo: come già detto in precedenza, sono ovviamente d'accordo. Grazie dei complimenti:


    @Armandos40: benvenuto!:)

    RispondiElimina
  8. zietta ero io!!! ninfa. mannaggia mi scordo di firmare

    RispondiElimina
  9. ciao, certo che poter imparare in questo modo è una favola, perchè non è la solita lezione noiosa, ma e viva pratica, brava. ogni volta che passo mi guardo tutto ed è sempre interessante. Ho guardato anche le unità di apprendimento, peccato non averti conosciuto prima, quando ero a scuola, comunque ho dato il sito a delle colleghe spero che ti consultino. ciao ciao penny

    RispondiElimina
  10. Ciao, Penny. Se le tue colleghe avessero bisogno, sarei ben lieta di venire loro incontro:)

    RispondiElimina
  11. utente anonimo11 gennaio 2009 19:29

    Veramente un bell'articolo, utile ai ragazzi ed ai docenti.

    RispondiElimina
  12. Grazie dell'apprezzamento visitatore anonimo:)

    RispondiElimina
  13. io non riesco a scaricare il tuo pdf...

    RispondiElimina
  14. Ad anonimo commentatore n. 14: ho verificato e hai ragione; è un problema dello spazio hosting che ospita il file. Appena avrò un po' di tempo, renderò disponibilie il documeto.


    Grazie di aver segnalato la disfunzione:)

    RispondiElimina
  15. il sito secondo me ... non e' ordinato abbastanza bene .. ! :/

    RispondiElimina
  16. E lei chi sarebbe commentatore n.16? Quando si esprime un giudizio è buona norma presentarsi.

    In ogni caso, può sempre andare dai siti che reputa ordinati:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...