venerdì 7 novembre 2008

Nel Programma Di Obama: Ricerca Scientifica, Ambiente, Istruzione

bannerobamagrande


Cari lettori riporto di seguito il programma elettorale del 44° presidente degli USA, Barack Obama. Come potete leggere, Ricerca scientifica, Ambiente ed energia, Istruzione sono alcuni dei punti nodali. L'impegno nel campo dell'Istruzione prevede l'assunzione di 30 mila docenti per potenziare l'insegnamento delle scienze e della matematica...E qui da noi si taglia!!!


Ecco il programma elettorale.


Barack Obama è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America.
Il candidato democratico ha infatti ricevuto l’approvazione della maggioranza dei cittadini degli Usa.


Ma cosa significa questo per le politiche americane su ricerca, ambiente, sanità e spazio? Anche se ora il Presidente degli Usa dovrà vedersela con la crisi economica, ecco cosa prevede il suo programma elettorale (è possibile anche consultare le risposte che il senatore ha fornito allo ScienceDebate 2008, il forum di cittadini, associazioni e ricercatori interessati a favorire il dibattito presidenziale sui temi della scienza).

Ricerca scientifica


Raddoppiare gli investimenti federali nella ricerca di base in dieci anni, concentrando l’attenzione su scienze della vita, fisica, matematica e ingegneria; aumentare le borse per giovani ricercatori; stimolare la ricerca sulle cellule staminali anche embrionali, eliminando il bando sul finanziamento federale che George W. Bush aveva approvato nel 2001; utilizzare per la ricerca scientifica gli embrioni soprannumerari, senza crearne appositamente di nuovi.


Ambiente ed energia


Ridurre le emissioni di gas serra dell’80 per cento rispetto ai valori del 1990 entro il 2050, con un primo obiettivo di riportarle ai livelli del 1990 nel 2020; impegnarsi con la Framework Convention on Climate Change dell’Onu e il protocollo di Kyoto, concentrarsi su efficienza e risparmio energetico, grazie al favore del mercato, con la creazione di nuovi posti di lavoro; ottenere il dieci per cento dell’energia dalle fonti rinnovabili entro il 2012 e il 25 per cento entro in 2025; investire 150 miliardi di dollari in dieci anni nella ricerca su nuovi combustibili, veicoli non inquinanti, edilizia energeticamente efficiente, sequestro dei gas serra e nuova tecnologia nucleare.


Sanità


Ottenere una copertura sanitaria accessibile ed economica per tutti gli americani, e garantirla a tutti i bambini oggi non assicurati; diminuire i costi che la famiglia media americana deve sostenere per la salute di 2.500 dollari annui.


Spazio


Terminare la costruzione della stazione spaziale internazionale, sviluppare nuovi veicoli, ritardare i viaggi sulla Luna e puntare piuttosto verso Marte; aumentare il programmi spaziali civili, continuare le missioni senza equipaggio, non favorire la corsa alle armi spaziali; rivitalizzare la Nasa, aumentando le collaborazioni internazionali e l’impegno delle imprese private.


Istruzione


Concentrare l’attenzione sugli insegnamento delle scienze e della matematica, assumendo 30 mila nuovi docenti. (a.g.)



Articolo tratto da Gravità Zero blog

19 commenti:

  1. utente anonimo8 novembre 2008 08:48

    Cosa abbiamo fatto per meritarci un governo come quello attuale?

    Speriamo che il vento di cambiamento arrivi oltre Atlantico!

    D.

    RispondiElimina
  2. Caro/a D. speriamo in un cambiamento positivo. E' quello che gli uomini di buona volontà di augurano possa avvenire.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la segnalazione, Annarita.

    Buon lavoro e a presto!

    Claudio

    RispondiElimina
  4. Son molto contento per l'elezione di Obama: ne andava veramente del futuro del mondo! Un caro saluto, Fabio

    RispondiElimina
  5. Caro Fabio, sono d'accordo!


    Un abbraccio

    annarita:)

    RispondiElimina
  6. Claudio, di niente!


    Buon lavoro anche a te...e buona domenica!:)

    RispondiElimina
  7. utente anonimo8 novembre 2008 20:20

    caio i presupposti sono assai buoni ma il più è farlo. comunque secondo me obama sarà un grande presidente e quello che dirà lo porterà a termine con molto impegno. speriamo che questa crisa venga placata al più presto e le scienze e la matematica siano rese migliori.

    ciao riccardo 2b (un imbocca al lupo ad obama:)

    RispondiElimina
  8. Hai ragione, riccardo! Adesso è il tempo di tradurre il programma in azioni concrete.


    Auguriamoci che il presidente Obama porti avanti gli obiettivi che si è prefisso di attuare e che le cose possano migliorare.

    RispondiElimina
  9. Per me Obama sarebbe un perfetto presidente se fosse ateo di religione.

    RispondiElimina
  10. Beh, Sebastiano, nessuno è perfetto!;)


    Battuta a parte, ognuno è libero di professare il proprio credo religioso...o di non credere.


    Noi aspettiamo i fatti, e, per quanto mi riguarda, ripongo fiducia in Obama.


    Buona domenica

    annarita:)

    RispondiElimina
  11. ciao che programma, e proprio vero che in America è tutto big, qiì da noi c'è lo sfacelo, per essere gentili, chissà se qualche vento positivo, viene anche quì, comunque sono contenta per loro ne avevano bisogno, è un paese bellissimo, ha una natura super, ora poi con Obama. Mi dispiace quasi di esserci andata quest'estate, sicuramente ora l'atmosfera sarà grande. ciao buona notte penny

    RispondiElimina
  12. Obama rappresenta una svolta e adesso su di lui si sono riversate le aspettative di tanti. Ha gli occhi puntati sul futuro, sullo sviluppo delle scienze e della ricerca che possono risolvere problematiche sempre più emergenti. Ma deve fare i conti col presente. Anch’io sono fiduciosa e gli auguro di riuscire.


    skip

    RispondiElimina
  13. Come si taglia? Ma la Gelmini ha detto che lei ha copiato da Obama la sua riforma sulla Scuola per es.... (SIC)....


    Daniele il Rockpoeta

    RispondiElimina
  14. Eh, Daniele, non rigiriamo il dito nella piaga!

    RispondiElimina
  15. E bravo a Obama.... fare tutte queste cose Ricerca scientifica, Ambiente ed energia, Istruzione..........


    sono contento....


    ciao, a presto


    by matteo

    RispondiElimina
  16. Vorrei ricordare ai lettori che questo è un blog didattico e non tratta quindi argomenti relativi a: politica, credo religioso e altro che non sia strettamente inerente alla didattica. Il post in questione ha soltanto informato circa la politica di Obama sugli investimenti nella ricerca scientifica e stop!


    Per correttezza, informo i lettori che non saranno pubblicati i commenti che non tengono conto di quanto sopra esposto.

    RispondiElimina
  17. che vergogna essere italiani!!!

    speriamo davvero che ci sia aria di cambiamenti anche qui!!!!!!!!

    alessandra f.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...