domenica 30 novembre 2008

Concorso ‘Il tuo disegno sulla ISS’: Tra I Vincitori Una Dodicenne Italiana

esaCari ragazzi e cari lettori, una bella notizia per i nostri studenti. L'ESA, Agenzia Spaziale Europea, ha annunciato il 25 novembre i vincitori del concorso "Fly your picture on the International Space Station" ( Il tuo disegno sulla ISS), lanciato nel settembre scorso con l'obiettivo di avvicinare i ragazzi alla scienza.


Questi i nomi dei tre piccoli vincitori: Alexandra Angellotti, 12 anni, dall’Italia; Bruno Tedim Guerra, 11 anni, dal Portogallo e Iman Bouwens, 8 anni, dal Belgio. 


La competizione invitava gli scolari di età compresa tra i 6  e i 12 anni a disegnare una  t-shirt che l'astronauta belga, Frank De Winne, indosserà nel corso della sua lunga missione sulla Stazione Spaziale Internazionale (International Space Station) l'anno prossimo.
Durante i sei mesi della missione nello spazio, De Winne condurrà vari esperimenti scientifici sviluppati in diversi paesi del mondo e terrà lezioni dallo spazio per i bambini sulla Terra. Proprio in occasione di queste lezioni Frank De Winne indosserà le t-shirt con i disegni di Alexandra, Bruno e Iman. 
In tale occasione Frank De Winne indosserà le t-shirts con i disegni di Alexandra, Bruno and Iman.


I tre vincitori rappresentano idealmente tutti gli alunni delle scuole elementari europee. «Era impossibile scegliere un solo vincitore», spiega Piero Messina, capo dell’ufficio di coordinazione presso il Direttorato dell’ESA per i Voli Spaziali Abitati, che ha organizzato il concorso.


«La risposta è stata entusiastica. Abbiamo ricevuto centinaia di disegni da bambini di età diverse e di tutta Europa. Abbiamo ricevuto addirittura alcuni disegni dalla Colombia. Sono tutti davvero molto belli. Lo spazio è un soggetto di grande ispirazione per i bambini. Sono loro gli esploratori di domani e lo spazio rappresenta per loro la prossima naturale frontiera.» 
   
Saranno organizzati tre collegamenti radio con la ISS: uno per ogni classe. I vincitori, insieme ai loro compagni di classe, avranno l’opportunità di parlare con Frank De Winne nello spazio, il quale si congratulerà personalmente con loro.


La notizia è riportata anche su ESA-Kids e su Gravità Zero.


Questo il disegno di Alexandra Angelotti, alla quale rivolgiamo le nostre congratulazioni.


esa


 


Ammirate i disegni dei tre vincitori, in una visione d'insieme.


Una selezione dei disegni inviati per il concorso è disponibile on line.



Segue lo screenshot della pagina web di ESA-Kids con relativo URL, ma prima vi lascio il link ad un bel puzzle, con cui dovete ricostruire l'immagine dell'astronauta Claude Nicollier intento a riparare Hubble.


Infine, un secondo link al Quiz "Essere un astronauta", che si può svolgere online. Se poi avete voglia di riprodurre un modellino di Hubble e "masticate" l'inglese, troverete in questa  pagina le informazioni necessarie a realizzarne tre modelli con diverso grado di difficoltà.


http://www.esa.int/esaKIDSit/SEMLGX9WYNF_LifeinSpace_0.html



















sabato 29 novembre 2008

Tsunami: Una Simulazione Free Da eduMedia

Cari colleghi, cari ragazzi e cari lettori, ho scovato in rete un servizio "eduMedia" che offre delle bellissime simulazioni interative riguardo a diversi ambiti scientifici: Chimica, Fisica, Tecnologia, grandi scoperte, Scienze della vita, Terra e Spazio, Matematica.


Le simulazioni si acquistano su licenza Home , School e Library che hanno costi diversi, naturalmente. La durata può essere di un mese o di un anno.

venerdì 28 novembre 2008

Il Podcast Di RadioScienze

podcastSegnalo il "Podcast di RadioScienze", un sito  che utilizza il Podcast come nuovo mezzo di comunicazione delle scienze, per apprendere, informarsi e divertirsi. Per alunni, genitori e insegnanti. 


Consultate Wikipedia per informarvi su che cosa è un Podcast.


Nell'archivio Podcast di RadioScienze sono disponibili diversi interessanti Podcast da ascoltare.


Segue lo screenshot della home con il relativo URL. 


http://web.mac.com/radioscienze/RadioScienze/Benvenuto.html


giovedì 27 novembre 2008

Olimpiadi Delle Scienze Naturali 2009: Online Il Bando

olimpiadiscienzeE' online per gli interessati il bando contenente tutte le informazioni relative alle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2009. Le date delle selezioni nazionali sono state anticipate al 23, 24 e 25 aprile 2009.


Moltissime le novità:


- Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO - International Biology Olimpiad) che quest’anno si svolgeranno a Tsukuba, in Giappone;


- A partire da quest’anno per la prima volta e a titolo sperimentale verranno svolte le selezioni per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO – International Earth Science Ol-ympiad) che si svolgeranno a Taipei in Taiwan dal 14 al 22 settembre 2009


- sarà messa a disposizione degli insegnanti degli studenti classificati ai primi posti della graduatoria nazionale della categoria biennio e triennio, l’iniziativa “Teachers on stage”, consistente nell’effettuazione di uno stage di una settimana (7 – 14 settembre 2009) da svolgere presso laboratori di ricerca scientifica.


Raggiungendo la pagina web del sito che compare nello screenshot, è possibile scaricare il file del bando.


La presentazione.


La pagina per iscriversi.


I risultati dell'ultima edizione.


Qui sono consultabili i testi delle prove assegnate nelle scorse edizioni.


Qui i contatti utili.




martedì 25 novembre 2008

Il Ciclo Idrologico E I Fenomeni Atmosferici [Didattica Disciplinare]

Cari colleghi, metto a disposizione degli interessati "Il ciclo idrologico e i fenomeni atmosferici", un percorso di apprendimento già sperimentato in una classe terza. L'unità di lavoro, che può essere flessibilmente adattata anche alle classi prima e seconda,  copre un itinerario completo, articolato in obiettivi, contenuti, metodologia, verifiche e valutazione.


Riporto di seguito l'introduzione del documento, il resto lo potete consultare scaricando il documento pdf  segnalato alla fine del post.


Obiettivi. Conoscenze: approccio microscopico ai passaggi di stato dell’acqua. Il ciclo dell’acqua.
Le precipitazioni atmosferiche e la loro importanza per il ciclo idrologico. La pressione atmosferica in alcuni importanti fenomeni atmosferici. Abilità: interpretare i passaggi di stato dell’acqua per mezzo del modello microscopico della materia. Interpretare la complessità del ciclo idrologico in relazione ai passaggi di stato dell’acqua. Individuare e distinguere i vari tipi di precipitazioni atmosferiche. Riconoscere l’importanza della pressione atmosferica in alcuni importanti fenomeni (ad es. la formazione dei venti) e la sua dipendenza da variabili quali l’altitudine e la densità dell’aria. Realizzare con materiali poveri un pluviometro, un  anemometro e un barometro.


Contenuti. I passaggi di stato dell’acqua: interpretazione alla luce del modello microscopico della materia. Il ciclo dell’acqua e le precipitazioni atmosferiche. La pressione atmosferica e i  fenomeni atmosferici.


Metodi e attività. I contenuti proposti si ritengono  significativi  in quanto avviano gli alunni ad una osservazione più attenta della natura, e quindi dell’ambiente, in relazione ai delicati meccanismi del ciclo idrologico. Si approfondiranno, pertanto, i passaggi di stato dell’acqua e le loro implicazioni per il ciclo idrologico; si osserveranno le precipitazioni e si studierà la pressione atmosferica in alcuni importanti fenomeni atmosferici. Si potrà suddividere il percorso in quattro fasi.


Una mappa contenuta nel documento.


ciclo idrologico
Scarica il documento in formato pdf "Il ciclo idrologico e i fenomeni atmosferici"


Consulta la sezione "Materiali Didattici" su questo blog.

venerdì 21 novembre 2008

Facciamo Scienze: 23 Video - Episodi

Cari lettori,


segnalo una playlist di 23 video scientifici, realizzata da Zanichelli Editore. E' una ghiotta risorsa da non perdere, raggiungibile a questo link.

martedì 18 novembre 2008

Mini Darwin Alle Galápagos: L'Evoluzione Raccontata Dai Bambini

banner_mostra-mini_darwinCari ragazzi e cari lettori, ho trovato in rete un'esperienza straordinaria che segnalo con questo post. Quanto segue è quel che si legge sul sito dedicato.


---


Questo è il racconto della spedizione dei Mini Darwin alle Galápagos. Dal 28 dicembre 2006 al 9 gennaio 2007 sette ragazzi e due scienziati hanno ripercorso la tappa più famosa del viaggio che Charles Darwin ha compiuto intorno all’America Meridionale dal 1831 al 1836: le isole Galápagos. È proprio qui che Darwin ha intuito la sua teoria dell’evoluzione.


Muniti degli strumenti dei veri esploratori, i sette ragazzi hanno osservato la straordinaria natura delle isole, hanno fatto esperimenti e attività, per ri-scoprire la teoria dell’evoluzione e confrontarsi con temi di grande attualità: la conservazione delle specie, la biodiversità, la sostenibilità.
Oltre a questo sito, che raccoglie il diario di bordo, i pensieri e i disegni dei ragazzi protagonisti, la documentazione scientifica e didattica, le fotografie e i video, Mini Darwin alle Galápagos è anche:


• una mostra itinerante prodotta da Sissa Medialab e Prospero
• un libro per ragazzi scritto da Simona Cerrato e pubblicato da Editoriale Scienza
• dieci puntate di Explora Scuola su Rai Edu 1 a cura di Paola Catapano
• una puntata di Velisti per caso (6 agosto 2007)
Così anche tu puoi rivivere la spedizione attraverso racconti, fotografie, esperimenti e giochi.


---


In particolare, la mostra, interattiva e multimediale, è dedicata  ai ragazzi tra gli 8 e i 12 anni, e vuole condurre alla scoperta dell’evoluzione, di Darwin, della biodiversità e dei valori della conservazione della natura, attraverso l’esplorazione delle isole Galápagos. Nell’esposizione di circa 100 metri quadrati viene ricostruito l’ambiente delle isole Galápagos con una scenografia a quinte di tipo teatrale. Scogliere, foreste di cactus, terreni lavici neri e rossi sono riprodotti a colori vivaci e realizzati dalla mano di Cinzia Ghigliano. In questo ambiente vengono collocate le riproduzioni degli animali tipici delle Galápagos (tartarughe giganti, iguane, otarie, sule piediblu) con i quali i bambini possono giocare (arrampicarsi, cavalcarli, manipolarli ecc...).


Queste le prossime tappe della mostra


9 novembre 2008 - 15 febbraio 2009
 
Imola
 
Biblioteca Casa Piani
 
Via Emilia, 88
 
5 dicembre 2008 - 10 gennaio 2009
 
Ravenna
 
Centro Gioco la Lucertola
 
Urban Centre - ex chiesa di San Domenico
 
via Cavour
 
12 gennaio - 6 febbraio 2009
 
Oropa
 
Giardino botanico
 
7 febbraio - 28 febbraio 2009
 
Bologna
 
Biblioteca Sala Borsa
 
Piazza Nettuno, 3
 
1 marzo - 31 marzo 2009
 
Aviano (PN)
 
1 agosto - 31 agosto 2009
 
Piancavallo (PN)
 
17 ottobre - 7 novembre 2009
 
Fiorano Modenese
Scienza a Fiorano
 
Per informazioni e prenotazioni:
tel. 040 3787642
e-mail: comunicazione@medialab.sissa.it


Segue lo screenshot della home del sito dedicato ai Mini Darwin.


 


http://www.minidarwin.it/


domenica 16 novembre 2008

Manifestazioni Darwin Day

Darwin1874sCari lettori, girovagando in Rete in cerca di notizie utili, mi sono imbattuta nel "Darwin Day", una manifestazione che sta diventando sempre più importante.


Riporto dal sito Anisn.it (Associazione degli Insegnanti di Scienze Naturali):


Il Darwin Day è stato proposto per la prima volta nel 2002 negli Stati Uniti e in Inghilterra, per ricordare il nome e l’opera di Darwin in preparazione delle grandi celebrazioni che si terranno nel 2009, in cui si ricordano i 200 anni trascorsi dalla nascita del nostro Charles, avvenuta il 12 febbraio 1809 nella città di Shrewsbury ai confini col Galles.


L’anno del primo Darwin Day le manifestazioni furono celebrate solo in alcune università degli Stati Uniti e
nel Museo di Storia naturale di Londra.
Nel 2003 si aggiungono altri paesi: Argentina, Brasile, Australia, India e Spagna; nel 2004 arriva il Cile, il Guatemala, il Canada e l’Italia con il Museo Civico di Storia Naturale di Milano che organizza il suo primo Darwin Day a livello nazionale. Nello stesso anno parte anche il primo Darwin Day della Scuola organizzato dall’ANISN solo in qualche sezione (Roma e Napoli).


Nel 2005 ci fu un vero boom: in Italia,oltre al Darwin Day predisposto da molte sezioni dell’ANISN (Napoli, Bari, Roma, Cagliari, Palermo…), se ne programmano nelle università, nei musei naturalistici e da parte di istituzioni culturali.


Nel 2006 il numero dei Darwin Day sale ancora.


A livello mondiale si ha la new entry della Nigeria (Università di Uyo), che si affianca alla ormai fedelissima Australia, Inghilterra e Stati Unitiche compare con numerose università insieme a molte scuole tra cui quella di Gainesville in Florida, dove si è tenuto un Darwin birthday in piena regola, comprese le torte decorate da canditi a forma di DNA. Continua a leggere.


E ancora:


Il 12 Febbraio 2009 saranno passati due secoli dalla nascita di Charles Darwin, il grande naturalista inglese autore della teoria sull’evoluzione dei viventi.
In quel giorno la comunità scientifica mondiale, le scuole e quanti riconoscono in Charles uno dei padri della modernità ne festeggeranno il compleanno, ovvero il suo bisecolare Darwin Day, e insieme i 150 anni trascorsi dalla pubblicazione di «L’origine delle specie per selezione naturale», edita a Londra dalla casa Murray & s. il 24 novembre 1859.


Darwin nacque nella città di Shrewsbury, ai confini col Galles, nella grande casa neoclassica di The Mount, quinto figlio di Susannah Wedgwood e di Robert Darwin.
Nella sua Autobiografia (Feltrinelli, Milano,1967) così egli ci racconta della sua prima giovinezza e dei suoi interessi scientifici « All’inizio della mia vita scolastica leggevo spesso le “Meraviglie del mondo” di cui un amico possedeva una copia e discutevo poi con gli altri ragazzi sulla veridicità di alcune affermazioni, e credo che fu proprio questo libro a destare in me il desiderio di visitare lontani paesi, desiderio che fu infine appagato dal viaggio compiuto con la Beagle ». Continua a leggere.


Oltre alle manifestazioni, è previsto un concorso per le scuole. Vi lascio il link ai vincitori del concorso 2006.


Qui potete raccogliere informazioni sull'edizione del 2008. Vi aggiornerò sull'edizione del 2009 non appena ci saranno notizie. Intanto, se siete interessati, potete documentarvi per farvene un'idea.


Altre informazioni su Darwin online  con  le Darwin 2009 commemorations.

giovedì 13 novembre 2008

Molecolarium: Una Magica Avventura Nel Mondo Delle Molecole E degli Atomi!

Moleculariumlogo


E adesso, per i più piccoli, una fantastica risorsa da gustare online: Molecolarium kid's site!


Dedicata ai bambini, in una cornice attraente, una magica avventura nel mondo delle molecole e degli atomi: Oxy, Hidra e Hidro sono la guida nel fantastico viaggio alla scoperta del mondo microscopico in dimensione small, micro e nano.  La lingua è quella inglese, ma l'esplorazione è molto intuitiva.!


Provate subito con i piccoli apprendisti. C'è molto da scoprire divertendosi.


Molecolarium kid's site fa parte di "Molecolarium Project", che  nasce dalla collaborazione sinergica tra uomini di scienza, artisti, educatori, uomini di spettacolo.


E' disponibile una guida per i docenti.


Questi alcuni screenshot per avere un assaggio delle funzionalità di Molecolarium kid's site!


molecolarium_1


Dalla Gallery!


galleria_2


A 100 nanometri di distanza!


molecolarium_3


Zona download: songs!


molecolarium_4


E c'è ancora tanto da esplorare!


Cliccare sul link del seguente screenshot per accedere a Molecolarium kid's site!


 


http://www.molecularium.com/kidsite.html


mercoledì 12 novembre 2008

Il Computer Ecocompatibile

insostenibile_pesantezza_pcCari ragazzi e cari lettori,


vi propongo una notizia segnalatami dall'amico Andrea Mameli di Linguaggio macchina "Come superare l'insostenibile pesantezza del pc". Si tratta di un articolo pubblicato su "L'Unione Sarda", ieri 11 novembre.


A questo link  trovate l'articolo in grandezza leggibile.


Sempre da "Linguaggio macchina", segnalo:


- *Ghattas e il formato A4 ( Cagliari FestivaScienza, 9 novembre 2008)


- Barattolo torna indietro al Cagliari FestivalScienza.


Buona lettura!


 *Chi è Robert Ghattas?

martedì 11 novembre 2008

I Segreti Della Materia: Test Online In Preparazione Della Verifica

Cari ragazzi di 2° B, la verifica di Scienze è ormai vicinissima. Domani, come sapete non sarò a scuola. Ho pensato così di proporvi un test interattivo da svolgere online, come ulteriore supporto ai fini della prova che sosterrete giovedì 13 novembre.


La vogliamo fare bene questa verifica, vero?

venerdì 7 novembre 2008

Nel Programma Di Obama: Ricerca Scientifica, Ambiente, Istruzione

bannerobamagrande


Cari lettori riporto di seguito il programma elettorale del 44° presidente degli USA, Barack Obama. Come potete leggere, Ricerca scientifica, Ambiente ed energia, Istruzione sono alcuni dei punti nodali. L'impegno nel campo dell'Istruzione prevede l'assunzione di 30 mila docenti per potenziare l'insegnamento delle scienze e della matematica...E qui da noi si taglia!!!


Ecco il programma elettorale.


Barack Obama è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America.
Il candidato democratico ha infatti ricevuto l’approvazione della maggioranza dei cittadini degli Usa.


Ma cosa significa questo per le politiche americane su ricerca, ambiente, sanità e spazio? Anche se ora il Presidente degli Usa dovrà vedersela con la crisi economica, ecco cosa prevede il suo programma elettorale (è possibile anche consultare le risposte che il senatore ha fornito allo ScienceDebate 2008, il forum di cittadini, associazioni e ricercatori interessati a favorire il dibattito presidenziale sui temi della scienza).

Ricerca scientifica


Raddoppiare gli investimenti federali nella ricerca di base in dieci anni, concentrando l’attenzione su scienze della vita, fisica, matematica e ingegneria; aumentare le borse per giovani ricercatori; stimolare la ricerca sulle cellule staminali anche embrionali, eliminando il bando sul finanziamento federale che George W. Bush aveva approvato nel 2001; utilizzare per la ricerca scientifica gli embrioni soprannumerari, senza crearne appositamente di nuovi.


Ambiente ed energia


Ridurre le emissioni di gas serra dell’80 per cento rispetto ai valori del 1990 entro il 2050, con un primo obiettivo di riportarle ai livelli del 1990 nel 2020; impegnarsi con la Framework Convention on Climate Change dell’Onu e il protocollo di Kyoto, concentrarsi su efficienza e risparmio energetico, grazie al favore del mercato, con la creazione di nuovi posti di lavoro; ottenere il dieci per cento dell’energia dalle fonti rinnovabili entro il 2012 e il 25 per cento entro in 2025; investire 150 miliardi di dollari in dieci anni nella ricerca su nuovi combustibili, veicoli non inquinanti, edilizia energeticamente efficiente, sequestro dei gas serra e nuova tecnologia nucleare.


Sanità


Ottenere una copertura sanitaria accessibile ed economica per tutti gli americani, e garantirla a tutti i bambini oggi non assicurati; diminuire i costi che la famiglia media americana deve sostenere per la salute di 2.500 dollari annui.


Spazio


Terminare la costruzione della stazione spaziale internazionale, sviluppare nuovi veicoli, ritardare i viaggi sulla Luna e puntare piuttosto verso Marte; aumentare il programmi spaziali civili, continuare le missioni senza equipaggio, non favorire la corsa alle armi spaziali; rivitalizzare la Nasa, aumentando le collaborazioni internazionali e l’impegno delle imprese private.


Istruzione


Concentrare l’attenzione sugli insegnamento delle scienze e della matematica, assumendo 30 mila nuovi docenti. (a.g.)



Articolo tratto da Gravità Zero blog

giovedì 6 novembre 2008

La Scoperta Dell'Atomo [Scheda "Scienza E Storia"]

Cari ragazzi di 2°B,
in vista della verifica di scienze del 13 novembre su "I segreti della materia", che come sapete riguarderà gli atomi, la tavola periodica di Mendeleev, i legami chimici, i composti chimici e le formule chimiche, vi propongo, in parte per arricchire la vostra preparazione e in parte per fare un ripasso, una scheda scientifica del corso "FACCIAMO SCIENZE seconda edizione © Zanichelli 2008", che ho trovato in rete.

Potete consultarla online cliccando sul link dello screenshot seguente.

Potete anche consultare:

-  una tavola periodica degli elementi chimici dinamica, presente su Scientificando in questo post;

- la presentazione in power point "Com'è fatta la materia";

- "La tavola periodica di Mendeleev su cartoncino bristol".

Rimanete sintonizzati perché implementerò altre risorse per il ripasso e l'allenamento, nei prossimi giorni!

*****

Per i visitatori:

consultare la sezione "Tool", sul blog.

mercoledì 5 novembre 2008

Alimentarsi Bene...Per Vivere Meglio [Unità Di Apprendimento Con Laboratorio Informatico]

Metto a disposizione dei colleghi interessati una unità di apprendimento sull'alimentazione progettata per la classe seconda, che può essere adattata flessibilmente anche alle altre due classi secondo il proprio contesto e sulla base del curricolo annuale pianificato.


La UA offre un percorso laboratoriale completo, corredato da attività di laboratorio informatico, verifiche e strumenti di valutazione.

Verifica Di Scienze [Classe Prima]

Rendo disponibile per i colleghi interessati una verifica di scienze, svolta pochi giorni fa nella mia classe prima e relativa ai primissimi argomenti trattati, che sono:

domenica 2 novembre 2008

Un Convertitore Di Unità Di Misura Online: Convert Center

Cari ragazzi, ho scovato uno strumento formidabile che permette di trasformare online unità di misura in altre dello stesso tipo.


Le grandezze considerate sono: Accelerazione, Ampiezza angolare, Area, Densità, Energia, Forza, Lunghezza, Potenza, Pressione, Velocità, Temperatura, Tempo, Volume, Peso, Massa.


Si selezionano le unità di misura in gioco, quella di partenza e quella di arrivo, in due finestre affiancate, e la conversione avviene automaticamente online. Il risultato si legge in un form rettangolare "Result". 


L'applicazione fornisce anche un link grazie al quale è facilissimo ritrovare tutte le trasformazioni effettuate; genera anche, in modalità avanzata, la conversione di una determinata unità di misura in tutti i sistemi di unità di misura del mondo.


Guardatene uno screenshot parziale.


converter1


E questo è uno screenshot della home con relativo Url. 





Consultate la sezione "Tool" su questo blog.

sabato 1 novembre 2008

Una "Strega Cosmica" E La Nebulosa Velo Per Festeggiare Halloween E Ognissanti

Cari ragazzi, ieri l'amica animans ci ha augurato, in un commento, Happy Halloween!


Sul suo blog ho trovato questa bellissima immagine, raffigurante "una strega cosmica" che guarda Rigel, la brillantissima stella supergigante blu, nota come  "piede" sinistro di Orione, un'importante costellazione, forse la più conosciuta del cielo, grazie alle sue stelle brillanti e alla sua posizione vicino all'equatore celeste, che rende tale costellazione visibile dalla maggior parte del mondo.


riegel


L'immagine rappresenta l'"Astronomy Picture of the Day"  di ieri 31 ottobre.


L'Astronomy Picture of the Day di oggi, 1 novembre 2008, rappresenta la sezione orientale della Nebulosa Velo,  una vasta nebulosa diffusa visibile nella parte sudorientale della costellazione del Cigno. La Nebulosa Velo è un antico resto di supernova; la stella che ha originato quest'oggetto è esplosa diversi millenni fa. Ciò che ora è visibile sono dei debolissimi filamenti, ancora in espansione alla velocità di decine di Km/s.


Ammirate i suoi bellissimi colori, che caratterizzano la "stagione" di Halloween.



Veileast-Mortfield-Cancelli_c800



Potete ammirare l'immagine a schermo intero a questo indirizzo.



Informazioni sull'immagine.


Photo Credit: Paul Mortfield & Stefano Cancelli
Object: Veil Nebula (eastern section)
Date: September 2008
Location: Sierra Remote Observatories California
Telescope: RCOS 16" f/8.9
Camera: Apogee U16M with AstroDon Gen2 Filters
Wavelengths: Hydrogen-Alpha (3nm), Oxygen-III (3nm)
Exposure Time: 8 hours

Consultate la sezione "Astronomia" su questo blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Template e Layout by Adelebox