giovedì 10 maggio 2012

Zero Robotics Europe 2012: Gli SPHERES Nel laboratorio Destiny Sulla ISS


Siete pronti per la robotica a gravità nulla?
Gli SPHERES nel laboratorio Destiny sulla ISS

Non c’è mai stato un concorso di robot come questo. Il Politecnico di Torino e l’Università di Padova, in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (MIT), le Agenzie Spaziali Europea (ESA) e Italiana (ASI) lanciano il concorso Zero Robotics Europe 2012 per gli studenti delle scuole superiori, chiedendo loro di creare programmi rivali per il controllo di satelliti in miniatura. La finale del torneo avrà luogo proprio nella Stazione Spaziale Internazionale (ISS)!


Per vincere servono cervello, intelligenza e agilità. Questi piccoli satelliti della dimensione di una palla da bowling sono chiamati SPHERES (Synchronised Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites). Sono già utilizzati dalla NASA all’interno della Stazione Spaziale per collaudare cicli di istruzioni per eseguire rendezvous autonomi e operazioni di attracco.


Tre SPHERES in volo libero lavorano insieme all’interno della Stazione Spaziale. Sono indipendenti, ciascuna con la propria energia, i loro propulsori, i computer e i sistemi di navigazione. I risultati ottenuti con questi SPHERES sono importanti per la manutenzione, l’assemblaggio di satelliti, e il volo di formazione.

 Il 2012 vede finalmente il concorso Zero Robotics esteso a quasi tutta l’Europa. L’Italia, assieme ad altre 10 nazioni europee potrà partecipare, con 25 squadre per ogni nazione, a questa gara europea. Ad ogni scuola verrà assegnato un esperto di SPHERES; questi saranno stati formati al MIT o al Politecnico di Torino durante l’estate.

Tramite il Ministero, l’Agenzia Spaziale Italiana e la Rete Robotica a Scuola, il Politecnico di Torino e l’Università di Padova invitano a partecipare tutti i licei scientifici ed istituti tecnici d’Italia, ovvero le scuole che hanno nel loro curriculum gli elementi necessari per la programmazione corretta di un satellite del tipo degli SPHERES. Fra le scuole che aderiranno, verranno scelte 25 squadre a cui a metà settembre verranno svelate le regole della gara, che cambiano di anno in anno.

Le squadre saranno composte da 10/15 studenti e coordinate e seguite da un docente della scuola, esperto di programmazione. Le squadre finaliste potranno assistere (a proprie spese) in Olanda alle finali in collegamento diretto dalla Stazione Spaziale.
Calendario di massima di Zero Robotics 2012

    31 maggio: iscrizioni
    30 giugno: preselezioni in Italia
    Metà settembre: rilascio delle regole della gara effettiva 2012
    Fine settembre: kick-off europeo in streaming dall’ESA
    Fine ottobre: consegna codice e gare preliminari (simulate)
    Inizio novembre: si apre la corsa per le alleanze (pochi giorni)
    Fine novembre: consegna codice da parte delle alleanze e gare di qualificazione
    Fine novembre: pubblicazione dei finalisti
    Inizio dicembre: consegna codice definitivo
    Fine dicembre: gare finali sulla ISS (salvo imprevisti)

Le date sono puramente indicative e potranno subire variazioni dovute a motivi tecnici.

 
 Seguite questo link per conoscere i dettagli della partecipazione.


Fonte

3 commenti:

  1. MOLTO BELLO ED INTERESSANTE
    CIAO

    RispondiElimina
  2. Già, Matilde! Un progetto affascinante!

    RispondiElimina
  3. stupendo
    ciao buon weekend

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Template e Layout by Adelebox