sabato 4 gennaio 2014

Space Oddity Di David Bowie Cantata Da Chris Hadfield Sulla ISS

Chi non conosce la celeberrima Space Oddity di David Bowie, pubblicata come singolo l'11 Luglio 1969 dal "Duca Bianco"? 

Vi rimando a questo link per tutte le informazioni inerenti, tra cui non manca, in certo qual modo, una connessione con l'allunaggio dell'Apollo 11, avvenuto il 20 Luglio dello stesso anno. La BBC trasmise Space Oddity durante i suoi servizi dedicati all'evento e, da allora, la canzone è spesso presente nei documentari sulle esplorazioni spaziali.

Non è un caso quindi se, il 12 maggio 2013, a bordo della ISS (Stazione Spaziale Internazionale), il colonnello e comandante della Expedition 35 Chris Hadfield ha eseguito dal vivo Space Oddity, con testo in parte modificato. David Bowie ha commentato su Facebook il video, salutando l'astronauta canadese con un "Hallo Spaceboy".

Godetevi, a questo punto, il filmato in cui Chris Hadfield canta Space Oddity, accompagnato dalla chitarra.



Qui la versione originale cantata da David Bowie. È presente anche il testo in lingua inglese.

La traduzione del testo:

STRANEZZA SPAZIALE 

Torre di Controllo a Maggiore Tom, 
Torre di Controllo a Maggiore Tom, 
Prendi le tue pillole di proteine e mettiti il casco.

Torre di Controllo a Maggiore Tom 
comincia il conto alla rovescia, 
accendi i motori, 
controlla l'accensione
e che Dio ti assista.

(parlato)
Dieci, nove, otto, sette, sei, cinque,
quattro, tre, due, uno, Partenza

Questa è la Torre di Controllo 
a Maggiore Tom, 
Ce l'hai proprio fatta
E i giornali vogliono sapere che marca di camicia porti
E' arrivato il momento di lasciare la capsula se te la senti.

Qui è Maggiore Tom a Torre di Controllo,
Sto uscendo dalla porta
E sto galleggiando nello spazio
in modo strano
E le stelle sembrano molto diverse oggi.

Perché 
Sto seduto in un barattolo di latta,
Lontano sopra il mondo,
Il pianeta Terra è blu 
E non c'è niente che io possa fare.

Malgrado sia lontano
più di centomila miglia, 
Mi sento molto tranquillo, 
E penso che la mia astronave sappia dove andare
Dite a mia moglie che la amo tanto, 
lei lo sa

Torre di Controllo a Maggiore Tom
Il tuo circuito si è spento, 
c'è qualcosa che non va
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti...

Sono qui che galleggio 
attorno al mio barattolo di latta,
Lontano sopra la Luna,
Il pianeta Terra è blu

E non c'è niente che io possa fare

4 commenti:

  1. Non conoscevo questa canzone Annarita.
    Grazie!

    Un abbraccio stellare.

    RispondiElimina
  2. Buon giorno.prof molto interessante questo post grazie.per la bellissima canzone anche in italiano.

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questa canzone, il testo è molto significativo, però ricordo l'evento dell'allunaggio, chissà perché in seguito ne hanno dubitato.
    Buon inizio di settimana, cara Annarita.
    un abbraccio
    annamaria

    RispondiElimina
  4. catia patuelli 3B14 gennaio 2014 15:37

    Molto bella questa canzone non la conoscevo ma mi piace molto....anche se ha
    un'aria un po triste infatti dice che si sente lontano da tutto ma è molto tranquillo. Non ho mai fatto questa esperienza ma da questa canzone si capiscono moolte sensazioni di chi fa questi viaggi.
    a domani prof :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...