sabato 21 dicembre 2013

Latte E Magia Di Colori: Un Esperimento Per Grandi E Piccini

Eh già si tratta di una vera e propria magia di colori con il latte...un esperimento che va bene per grandi e piccini.
Prendete carta e penna, si fa per dire, e sarete in grado di ottenere una affascinante esplosione di colori con un po' di latte, poche gocce di alcuni vivaci coloranti alimentari e qualche goccia di detersivo liquido per i piatti. Un esperimento assolutamente innocuo e, perciò, riproducibile a casa per la gioia dei piccoli.
Non solo, potete utilizzare questo esperimento per stupire i vostri amici e scoprire i segreti scientifici del sapone.

Ma andiamo per gradi, con l'indicazione puntuale delle varie fasi.

Materiale occorrente:
- latte intero
- un piatto piano
- colorante alimentare (rosso, giallo, verde, blu)
- detersivo liquido per le stoviglie
- bastoncini cotonati.

Esecuzione
1.Versare un po' di latte nel piatto, quanto basta a coprire completamente il fondo per una profondità di poco superiore a mezzo centimetro. Attendere che il latte sia ben fermo.
2. Aggiungere delicatamente al latte alcune gocce di ciascuno dei quattro coloranti alimentari (rosso, giallo, blu, verde). Le gocce colorate devono trovarsi al centro della superficie del latte.
3.Tenere pronto all'uso un bastoncino cotonato pulito per la parte successiva dell'esperimento.

Fare ipotesi su che cosa accadrà quando si tocca con la punta del bastoncino cotonato il centro del latte, dove ci sono le gocce dei coloranti alimentari; è importante non mescolare il mix. Poi toccare con la punta del cotton fioc in un punto del groviglio centrale di colori. È successo qualcosa?

4. Successivamente, mettere una goccia di detergente liquido sull'altra estremità del bastoncino di cotone e avvicinarla al centro del mix, immergendola per 10 o 15 secondi...e ammirate la magia dei colori! 
5. Aggiungere un'altra goccia di detersivo sulla punta del cotton fioc e ripetere. Provare a toccare con il bastoncino, in diversi punti, la superficie del latte. Che cosa osservate?
Allontanate la punta del bastoncino. Che cosa succede? Dovreste notare che i colori continuano a muoversi ancora nel latte!

Che cosa fa muovere i colori nel latte?

Il latte è costituito principalmente da acqua, ma contiene diversi tipi di molecole, tra cui grassi, proteine, zuccheri, vitamine e sali minerali. I grassi sono sospesi in soluzione come minutissime goccioline e, insieme alle proteine, sono sensibili ai cambiamenti che avvengono nella soluzione.
Come si può verificare, toccando il latte con il cotton fioc pulito...non succede nulla di rilevante.  Il cotone assorbe, creando una corrente nel latte, ma si riduce tutto a questo.

Quando si introduce il detersivo nel latte, accadono invece diverse cose contemporaneamente.
La magia dei colori e la loro esplosione dipendono dalla chimica di quella piccola goccia di sapone!
Il detersivo abbassa la tensione superficiale del liquido in modo che il colorante alimentare è libero di fluire attraverso il latte.
Il detersivo liquido, per le sue caratteristiche bipolari (non polari da un lato e polari dall'altro), indebolisce i legami chimici che mantengono le proteine ​​e i grassi in soluzione. La parte polare del detersivo o idrofila (amante dell'acqua), si scioglie in acqua, e la sua parte idrofoba (che teme l'acqua) si lega a un grumo di grasso nel latte. 
In definitiva, il detersivo reagisce con le proteine del latte, modificando la forma di tali molecole e mettendole in moto. La reazione tra il detersivo ed il grasso forma le micelle, la qualcosa succede nel suo normale utilizzo igienico, che contribuisce a rimuovere il grasso dai piatti sporchi. Infatti, le micelle, formate dai detersivi o dai saponi in soluzione acquosa, inglobano al loro interno lo sporco (grasso) favorendone la rimozione.

Non appena si formano le micelle, comincia il divertimento perché i pigmenti del colorante alimentare vengono spinti in giro nel latte: le molecole di grasso si incurvano, rotolano, e si contorcono in tutte le direzioni in una specie di gara per unirsi con le altre molecole di grasso. Mentre avviene questa frenetica ginnastica delle molecole di grasso, quelle del colorante alimentare sono urtate e spinte in ogni dove, mettendo in evidenza tutte le attività che avvengono a livello microscopico, e quindi non rilevabili ad occhio nudo. Una volta che il detersivo si è uniformemente miscelato con il latte, l'azione rallenta e finalmente si arresta. L'equilibrio è raggiunto, ma il movimento vorticoso dei colori continua per un bel po' prima di fermarsi.

Il video vi offre una comprensione immediata di quanto prima descritto.



Di seguito il widget del mio post in lingua inglese sullo stesso argomento, che ho pubblicato ieri sera su G+.



14 commenti:

  1. Catia e Valeria 3B21 dicembre 2013 20:00

    buonasera prof!!
    stupendo questo post...non sapevo che con latte, coloranti e qualche goccia di detersivo si ottenesse un "esplosione" così vivace.
    All'inizio quando ho letto cosa succedeva con il detersivo non avevo capito bene ma l'ho riletto con attenzione e ho capito un po meglio anche se ho fatto fatica, comunque questo è un bellissimo post, molto vivace direi!
    buon weekend e buone vacanze prof!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Catia, Valeria, buonasera ragazze! Direi che siamo in tema quasi natalizio;)
      L'esperimento non è difficile da eseguire. Vi prometto che lo faremo a scuola. Nel frattempo guardate il filmato che rende bene ciò che accade.

      Buone vacanze anche a voi.

      La vostra prof.

      Elimina
  2. Molto bella la "magia" di colori e molto bella ed interessante la tua spiegazione sul perché.

    PS:
    "Il detersivo liquido, per le sue caratteristiche bipolari (non polari da un lato e polari dall'altro)..."
    Su questa mi sono sbellicato ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'apprezzamento!

      Se chiarisci perché ti sei sbellicato sulla questione del detersivo liquido, magari mi sbellico pure io;). Sono piuttosto cotta ultimamente e non colgo...

      Elimina
  3. Questo esperimento e da fare con i nipotini, credo che ci riuscirò lo faremo il giorno di natale.

    Buon Natale ragazzi e mi raccomando non dimenticate di studiare un giorno si e uno no:)

    Buon natale anche a te cara Annarita.

    Bacio, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Rosaria. Poi mi dirai com'è andata.

      Ricambio l'augurio ed il bacio:)

      Elimina
  4. Tanti Cari Auguroni per un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo, Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Fabio. Ricambio con affetto e stima.

      Elimina
  5. Che meraviglia, Annarita! E' sicuramente un esperimento da proporre ai ragazzi di tutte le scuole... Ti ringrazio per l'idea!
    Un abbraccio!
    TANTISSIMI AUGURI DI BUONE FESTE!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sabrina, ti ringrazio dell'apprezzamento e degli auguri.

      Buone Feste anche a te.
      Un abbraccio
      Annarita

      Elimina
  6. Riccardo Raccagni 1°B23 dicembre 2013 12:04

    Buon giorno prof!
    Questo post è molto interessante soprattutto il video.
    Proverò a fare questo esperimento anch'io.
    Buon Natale!!

    RispondiElimina
  7. SERENA MARCHITELLI 1B23 dicembre 2013 15:59

    Buon giorno prof questo post è davvero molto bello proverò anche io questo esperimento Buon Natale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccardo, Serena, Buon Natale anche a voi piccoli. Ho pubblicato il post degli auguri con il cartoncino natalizio, alla cui realizzazione hai contribuito anche tu, Riccardo!:)

      Elimina
  8. molto interessante e divertente questo esperimento! non vedo l'ora di farlo a scuola!;)
    un saluto!
    auguri!:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...