martedì 23 giugno 2015

La "Fasting-Mimicking Diet" Può Favorire La Longevità E La Salute


Domenica scorsa, pubblicavo sul social network di Google, nella community "Salute", il post dal titolo "Una Dieta che "imita" il digiuno può favorire la longevità e migliorare lo stato di salute".

Vai al post di Google+>> cliccare qui
L'articolo ha suscitato una interessante discussione sull'argomento, che vi consiglio di non perdere.


Vediamo nei dettagli di cosa tratta l'articolo prima menzionato!

Un nuovo studio pubblicato su Cell Metabolism suggerisce che seguire una dieta ipocalorica, che "simula" il digiuno per soli 5 ​​giorni al mese per 3 mesi, può promuovere la longevità e ridurre un certo numero di fattori di rischio per il cancro, il diabete e le malattie cardiovascolari. La dieta citata va sotto il nome di fasting-mimicking diet (FMD) ovvero la dieta che simula il digiuno.

La ricerca è stata pubblicata, il 18 giugno scorso, su Cell Metabolism>> cliccare qui

Il co-autore dello studio Valter D. Longo, dell'Istituto FIRC di Oncologia Molecolare (IFOM) in Italia e della University of Southern California, e colleghi affermano che la ricerca mette in evidenza il primo intervento anti-età e promotore dello stato di salute, che i medici potrebbero raccomandare come fattibile ai pazienti.

sabato 20 giugno 2015

Visita I Siti Del CERN Con Google Street View



I visitatori virtuali di tutto il mondo possono finalmente esplorare molti siti del CERN, direttamente da Google Maps, tramite Google Street View.
Dalla sede del CERN nel comune di Meyrin (che si trova al confine tra Svizzera e Francia, alla periferia ovest della città di Ginevra) al primo sincrotrone del CERN (il Proton Synchrotron), gli utenti possono navigare come desiderano attorno al CERN direttamente da Google Maps.

► Visita il Proton Synchrotron con Street View>> cliccare qui.

Il CERN e Google iniziarono a collaborare a questo progetto nel 2010. La prima release di immagini si ebbe nel 2013, con le Google Street Views del Large Hadron Collider, le caverne sotterranee degli esperimenti ALICE, ATLAS, CMS e LHCb, accessibili attraverso un settore specifico di Google Street View (cliccare qui per accedere).

giovedì 18 giugno 2015

Scientificando Recensito Sulla Rivista "Scuola Italiana Moderna"

Sul numero 9 (maggio 2015) di Sim (Scuola Italiana Moderna), una delle riviste dell'Editrice La Scuola, è stata pubblicata una recensione di Scientificando a cura di Elena Valdameri, collaboratrice CREMIT.

Consultate il sommario del succitato numero>> cliccare qui
Alle pagine 30 e 31, nella sezione Bookmark, troverete la recensione di Elena Valdameri.

Scuola Italiana Moderna è il mensile di aggiornamento destinato non solo agli insegnanti che già operano nella scuola primaria, ma anche e soprattutto agli studenti di Scienze della Formazione che desiderano affrontare i temi più importanti legati al mondo della didattica.

Visitate il sito web>> cliccare qui

Il CREMIT (Centro di Ricerca sull'Educazione ai Media, all'Informazione e alla Tecnologianasce nel novembre del 2006 come esito della crescita progressiva di un gruppo di lavoro e di un programma di ricerca che è andato consolidandosi nel tempo a partire dal 1998 (anno della prima edizione del Corso di Perfezionamento in Media Education, il primo in Europa). L'occasione viene offerta dall'USR Lombardia che, in relazione al Know How riconosciuto a tale gruppo di lavoro, chiede ufficialmente all'Università Cattolica di creare un centro di ricerca che possa affiancare le scuole, a livello di formazione degli insegnanti e di intervento nelle classi, sui problemi dell'educazione mediale e dell'ICT. 

Visitate il sito web>> cliccare qui

domenica 14 giugno 2015

L'Acrilammide Negli Alimenti: Che Cos'è? Come Lo Si Può Ridurre?

Modello della molecola di acrilammide. Fonte

L'Acrilammide Negli Alimenti: Che Cos'è? Come Lo Si Può Ridurre? è un'ottima infografica resa disponibile dall'EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) con lo scopo di fornire informazioni sintetiche, accessibili e corrette sull'acrilammide [1] ad un'utenza non professionale. 

Ecco a voi l'infografica: leggetela con attenzione.

sabato 13 giugno 2015

Come Apparirebbe Il Nostro Cielo Di Notte, Se Alcuni Corpi Celesti Fossero Più Vicini A Noi

Galassia Whirpool- Immagine estratta dal video di YouTube

Il cosmo ci offre degli incredibili oggetti celesti: nebulose mozzafiato, galassie spettacolari, ammassi stellari, ed altro ancora
Ma vi siete mai chiesti come potrebbero apparire questi corpi celesti se fossero molto più vicini alla Terra? Diciamo abbastanza vicini a noi da poter essere osservati nel cielo notturno, senza l'uso di un telescopio.

Proprio in tale ottica, l'agenzia spaziale russa Roscosmos ha realizzato di recente un esperimento mentale, creando una serie di simulazioni in un nuovo video di YouTube. Il filmato mostra come potrebbero apparire la vicina galassia di Andromeda, l'iconica Nebulosa Anello, la Nebulosa del Granchio, un enorme buco nero, ed altre meraviglie se fossero più vicine al nostro pianeta di quanto lo sono nella realtà

Un video davvero impressionante, meravigliosamente impressionante!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...