venerdì 31 ottobre 2008

Porti Sicuri E Motori A Misura Di Bambino

Il titolo del post è quello apparso il 30 ottobre 2008 su "LA STAMPA.it" - Blog ed è il più recente di una serie di articoli dedicati al progetto "Un PC per ogni studente", progetto che introduce computer ultraportatili a basso costo negli zainetti, consegnando ad ogni allievo un NetPC/OLPC e fornendo ai docenti supporto tecnico, formazione e materiali utili per un uso continuativo del computer in classe.


Riporto di seguito l'articolo in formato integrale a testimonianza di come esista una scuola che funziona insieme agli insegnanti che lavorano con impegno e passione al suo interno.


***


Per una navigazione tutelata e consapevole


PAOLA LIMONE


Sui jumpc del progetto “Un computer per ogni studente” è stata caricata dai ragazzi dell'Istituto Majorana di Grugliasco la whitelist che permette nella navigazione l'utilizzo  del portale per bambini  "Siete pronti a navigare?" .
Più di 20.000 pagine viste al mese, centinaia di risorse per la didattica. La grande rete di relazioni intessuta in questi anni con docenti e responsabili di siti educativi di tutto il mondo mi ha permesso di arricchire lo spazio dedicato ai minori con le migliori esperienze in rete, attentamente selezionate e catalogate per aree d'interesse e discipine scolastiche.

La whitelist e la competenza del prof Dario Zucchini del Majorana consentono sui jumpc anche l'utilizzo del motore di ricerca per bambini nato dall’idea del maestro Alberto Piccini  in collaborazione con Lidia Pantaleo, Annarita Ruberto, Renato Murelli e la sottoscritta.


Si chiama Ricerche Maestre, prodotto grazie tecnologia di Google che consente di creare motori di ricerca personalizzati (Google Co-op CSE).


Ricerche Maestre è un motore di ricerca per bambini, genitori e maestri e seleziona siti scelti da esperti insegnanti della Scuola Primaria. Si possono trovare risorse scolastiche per la scuola elementare e navigare all’interno di siti adatti a bambini dai 3 ai 12 anni, cercando contenuti educativi e di svago.
Il motore al momento indicizza circa 1500 siti selezionati tra i migliori reperibili in rete a carattere divulgativo e informativo, educativi, scolastici e di insegnanti. Sempre comunque idonei alla fascia d’età della scuola elementare.


E’ stato fatto un attento lavoro di filtraggio per impedire al motore di far apparire collegamenti sponsorizzati non adatti ai minori e di carattere pornografico.
Ci sembra al momento il miglior motore di ricerca italiano per bambini.
Per dare maggior visibilità ai lavori e ai progetti delle scuole dell’infanzia e primarie nell'elenco dei siti accessibili dal motore e dal portale ci sono più di 500 indirizzi a scuole e reti di scuole italiane.
E’ possibile collaborare alla crescita di Ricerchemaestre inserendo nuovi link che verranno preventivamente controllati.
Invitiamo tutti i docenti a contribuire  alla promozione  del motore. E’ possibile copiare ed incollare il codice per poter utlizzare ricerche maestre direttamente nei siti scolastici.
Per segnalare risorse da inserire nel portale "Siete pronti a navigare?" scrivete a paola.limone@gmail.com

Per chi volesse approfondire il tema della navigazione sicura e consapevole per i minori nel web segnalo questa
grande mappa

p.s. E non si dica che tutti gli insegnanti lavorano poco! ;-)  


***

20 commenti:

  1. Felice Halloween a te e alle tue classi, cara grande prof.

    Non so se vi piace questa festa, io l'ho assorbita direttamente dagli amici statunitensi. Comunque nel blog c'è una strega per spaventi cosmici.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo31 ottobre 2008 14:01

    Sono LISA della IB e sono molto ma molto contenta di poter finalmente sentir parlare di computer sicuri e mi piacerebbe che anche nella mia scuola si usassero, invece dei quaderni, i computer

    RispondiElimina
  3. Carissima, amica mia! Macché grande prof!!! Solo una prof. che cerca di fare del suo meglio per realizzare ciò in cui crede.


    Ricambio l'augurio, anche se non sono una patita di Halloween. Vengo a vedere la stregaccia sul tuo blog.


    Un abbraccio:)

    RispondiElimina
  4. Cara Lisa, forse sostituire completamente i quaderni con i pc è un po' esagerato, farne un uso attento e utile alla didattica, questo sì.


    Un abbraccione dalla tua prof!:)

    RispondiElimina
  5. utente anonimo31 ottobre 2008 18:13

    ciao ho letto l'articolo e l'idea di cui parla è fantastica. non so come facciano a fornire tutti questi computer con la crisi economica che c'è adessso... comunque bravi gli ideatori e i mantenitori di questa iniziativa. magari potessimo usufruire di una cosa del genere noi...

    non credo di aver mai scritto un commento così pieno di argomenti, tutto ciò significa che su questa "invenzione", c'è da riflettere in positivo, naturalmente.

    complimenti alla prof. ruberto che pubblica praticamente sempre articoli idonei al momento, a cui auguro un buon fine settimana

    imoltre un saluto a tutti i frequentatori di questo blog

    riccardo di 2°b

    RispondiElimina
  6. "Ricerche maestre" è pagina iniziale dei browser nell'aula di informatica della mia scuola.

    Un caro saluto

    r.

    RispondiElimina
  7. Ciao Riccardo, sono la maestra fortunata dei bambini fortunati che stanno partecipando al progetto. Hai ragione, c'è una grande crisi economica, ma noi fortunatamente non abbiamo dovuto spender nulla. Stiamo facendo una sperimentazione, e i computer ci sono stati imprestati per un anno dalla ditta che li produce. C'è stato un accordo tra la scuola, un gruppo del consiglio regionale del Piemonte e la ditta Olidata. Nessuno a speso nulla, la ditta si fa un po' di pubblicità ovviamente, ma direi che è un bel modo per farla, non trovi? Noi vogliamo provare a capire se davvero, potendo usare quando servono i computer in classe e a casa, si migliora nello scrivere, nel saper far ricerca...Qualche ora in laboratorio non basta per capirlo, e così ci proviamo con questo esperimento. Alla fine dell'anno ci risentiremo, e potrò raccontarvi come è andata. I computer non sostituiscono per niente libri e quaderni, vengono usati per al massimo 1 ora e mezza - 2 al giorno, e solo se servono per quel sche si sta facendo.

    A presto!

    Paola

    RispondiElimina
  8. Lisa, Riccardo, compreso quello che ha scritto la maestra Paola?


    I pc non sostituiscono i quaderni, ma sono utilizzati sistematicamente (per questo è in atto una sperimentazione) per cercare di capire se sono utili a migliorare nello scrivere, nel fare ricerca e nello studio in generale!


    Riccardo, grazie dei complimenti. Buon fine settimana anche a te!

    RispondiElimina
  9. Cara Renata, grazie della testimonianza.


    Un caro saluto.

    Annarita

    RispondiElimina
  10. ciao. Sicuramente il pc, a scuola può essre di grande aiuto, nella scuola dell'infanzia, dove insegnavo, si usava molto anche con i bambini, diversamente abili, vi erano dei dischetti con giochi, e il bambino poteva confrontarsi facendo disegni o riconoscendo lettere o numeri, molto efficace. Certo tutto va usato con una certa moderazione, ed è chiaro che non può sostituire, libri o quaderni, ma può aiutare molto. grazie Annarita è sempre un piacere passare da te buon week end penny

    RispondiElimina
  11. Cara Penny, concordo perfettamente. Anche nella mia scuola il pc costituisce un valido supporto per gli alunni diversamente abili e che comunque presentano difficoltà di apprendimento. E' infatti a loro disposizione un pc portatile oltre ad una postazione fissa.


    La sperimentazione dei jumpc vuole proprio indagare se e quanto tale strumento faciliti le operazioni di apprendimento a partire dal livelo scolare precoce.


    Un caro saluto.

    annarita

    RispondiElimina
  12. utente anonimo1 novembre 2008 14:54

    Prof ,io vorrei che si usassero un po' più i computer di quello che usiamo adesso noi nella scuola

    RispondiElimina
  13. Commentatore n. 12, ho capito che sei un mio alunno, ma se non lasci il tuo nome non so a chi mi sto rivolgendo.


    Vorresti utilizzare di più i computer nella scuola, eh? Ti confesso una cosa: lo vorrei anch'io!;)

    RispondiElimina
  14. utente anonimo1 novembre 2008 17:12

    Mi scusi prof il commentatore n 12 è Michela 1b mi ero dimenticata di fimarmi

    RispondiElimina
  15. utente anonimo1 novembre 2008 17:48

    Prof.ssa da quello che ho notato dai lavori di Michela I B il computer viene utilizzato e la cosa mi fa molto piacere che i ragazzi lavorino in questo modo, ma altrettanto spero proprio che i libri non vengano mai sostituiti totalmente.Mi dispiacerebbe proprio che mia figlia piccola fra dieci anni quando inizierebbe le scuole medie invece di ordinare i libri scolastici dovrebbe ordinare un pc che contenga tutte le materie.Quindi speriamo proprio che tutto rimanga cosi: SI' COMPUTER E SI' LIBRI.

    RispondiElimina
  16. Gentile genitore di Michela di 1°B, i libri e i quaderni hanno una funzione ben precisa e stia pur sicuro che non potranno mai essere sostituiti da un pc.


    I pc sono degli strumenti potenti, che se ben utilizzati possono essere un valido supporto per migliorare l'apprendimento dei nostri ragazzi Non solo! Pensi ai bambini diversamente abili quale beneficio ne traggono. Lo testimoniano insegnanti e genitori di tali bambini.


    La sperimentazione che una classe elementare della provincia di Torino sta facendo con i portatili jumpc serve proprio a questo: indagare quanto possono essere utili a migliorare l'aprendimento dei nostri ragazzi.


    Ma sostituire in libri con i pc, mai! Sono strumenti completamente diversi con funzioni diverse.


    Quindi, come lei ben auspica: SI' COMPUTER E SI' LIBRI! Ci mancherebbe altro!


    Chiarito questo punto, quando ho risposto ironicamente al commento di Michela affermando che vorrei si usassero di più i pc, in realtà volevo dire che dovrebbero essere usati meglio di come si adoperano.


    Pensi che in Finlandia che è il paese con il sistema scolastico migliore al mondo e dove le performance degli alunni nelle prove internazionali sono le migliori in assoluto, c'è un computer a testa per alunno in ogni aula! Però si usano altrettanto bene libri e quaderni.


    Gli alunni finlandesi si attestano ai primi posti nelle prove di lingua madre, lettura, comprensione del testo, matematica, scienze. Gli studenti italiani nelle stesse prove dei loro coetani stranieri si attestano agli ultimi posti. Sto parlando di indagini conosciutissime, le OCSE-PISA.


    Quindi non è il PC in se stesso che deve essere demonizzato quanto piuttosto il suo utilizzo inadeguato.


    La ringrazio per la sua partecipazione e per la sua sensibilità!


    Sempre a sua disposizione per qualsiasi chiarimento!


    RispondiElimina
  17. Mi sembra pleonastico magnificare l'importanza del pc come strumento indispensabile, integrativo e non concorrenziale dei libri e dei quaderni. insegnare ai ragazzi in modi differenti può alimentare l'interesse anche in chi non sia proprio portato per lo studio.

    Le statistiche del resto che citi la dicono lunga sul problema in questione. Ricordo anche le perplessità dei miei colleghi quando, per ragioni diverse, temevano l'avvento dei computer nel nostro lavoro di contabilità-amministrativa sottovalutandone le potenzialità. Quando in poco tempo se ne compresero ed apprezzarono i benefici l'entusiamo arrivò alle stelle anche da parte di chi era scettico ed abituato alle scartoffie. Non abbandoni la linea, cara prof, perchè la strada è giusta anche se non sarà facile considerando i tagli che sono stati apportati alla scuola.

    Enzo

    RispondiElimina
  18. Tranquillo, Enzo! Non abbandonerò di sicuro! Sono fermamente convinta del valore aggiunto che le nuove tecnologie rappresentano per la didattica e per l'apprendimento degli allievi.


    Grazie per la tua sensibilità e per la tua testimonianza!:)


    Un abbraccio

    annarita

    RispondiElimina
  19. HAAAA!!!Ora ho capito perchè non sostituiscono i libri e quaderni.

    Un abbraccio LISA della IB.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...