domenica 27 settembre 2009

Viaggi Interstellari Tra Scienza E Fantascienza

Cari ragazzi e cari lettori, riporto di seguito un interessante articolo di Luigi Foschini dal blog amico Antares.

So che molti di voi sono appassionati di viaggi interstellari, vero? Allora leggete con attenzione ciò che scrive il nostro amico!



star-trekCliccare sull'immagine per vederla ingrandita


Quando si parla di viaggi interstellari, la mente si affolla subito di immagini spettacolari viste nei film e telefilm del genere fantascientifico. Tuttavia, non bisogna sottovalutare il fatto che qualche sparuto gruppo di scienziati sta effettivamente tentando di capire se è possibile uscire dal Sistema Solare e esplorare lo spazio interstellare nell'arco della vita umana. Studi di questo genere vengono poi pubblicati su riviste scientifiche di tutto rispetto.

E' il caso di un recente studio di Juliana Kwan, Geraint F. Lewis e J. Berian James, che hanno recentemente caricato sul server internazionale per i preprint di astrofisica (arXiv.org) un lavoro dedicato a questo argomento intitolato "The Adventures of the Rocketeer: Accelerated Motion Under the Influence of Expanding Space".

In questo studio, gli autori prendono in considerazione il fatto che l'Universo si espande e quindi, nel corso di un ipotetico viaggio a velocità prossime a quella della luce, si avrebbe una "spinta" aggiuntiva. Questo si tradurrebbe nella possibilità di percorrere distanze maggiori in tempi umani. Per esempio, se si riesce a raggiungere una velocità pari 0.8 c*, si può viaggiare per circa 41 parsec (=134 anni luce) in "soli" 100 anni. Tenendo presente che la Via Lattea ha un raggio di circa 60 parsec, questo vorrebbe dire la possibilità di esplorare almeno la nostra galassia...

Ora, dobbiamo solo trovare un motore capace di raggiungere 0.8 c, un'astronave in grado di resistere a quelle velocità e aumentare la vita media dell'uomo a oltre 100 anni... Quando si parte?

________________________

*0, 8  c = 8/10 c (velocità della luce).
 La velocità della luce è una costante fisica indicata tradizionalmente con la lettera c ,! (dal latino celeritas, "velocità"). Indipendentemente dal sistema di riferimento di un osservatore o dalla velocità dell'oggetto che emette la radiazione, ogni osservatore otterrà lo stesso valore della velocità della luce. Nessuna informazione può viaggiare più velocemente di c,!.

Il valore è pari a 299 792 458 m/s, che tipicamente viene approssimato a 300 000 km/s.


__________________________


Visitate il tag "Astronomia" con 14 pagine web dedicate, e che mi auguro siano di vostro interesse!

16 commenti:

  1. I problemi da superare sono ancora tantissimi ma chissà che magari i nipoti dei nostri nipoti arriveranno a tate conquista. Per arrivare a questa lontanissima conquista, però dobbiamo tenere il nostro pianeta in vita e non distruggerlo come stiamo facendo ora.

    Ciao Annarita, grazie di esserci. un abbraccio, Viviana

    RispondiElimina
  2. Ciao, Viv! Consderazioni assennate le tue, che dovrebbero essere proprie della grande maggioranza degli abitanti di questo straordinario e maltrattato pianeta...


    Ringrazio te per essere presente.

    Un abbraccio

    annarita

    RispondiElimina
  3. l'immensità dello spazio e del tempo mi fanno paura......siamo così piccoli!

    Quoto il ragionamento di viviana.

    Un caro saluto e grazie per le belle informazioni che ci dai.

    un caro saluto, roberta

    RispondiElimina

  4. Mi piace pensare e credere che un giorno ci arriveremo.


    Un bacione

    Buona settimana a te ai tuoi cari ragazzi e lettori.

    Ciao.


    RispondiElimina
  5. Scusa annarita ho dimenticato di mettere al commento precedente il mio nome.

    RispondiElimina
  6. In realtà hai dimenticato di mettere il nome anche la seconda volta,...ma credo che sia tu, vero rosy?


    Auguro una settimana serena anche a te.

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Carissima, vecchia, padellona volante!

    RispondiElimina
  8. Benvenuto lectorinfabula! Constato con piacere che hai riconosciuto nell'immagine la vecchia, carissima padellona volante di Star Trek!:)

    RispondiElimina
  9. Non c'entra con il post, ma vengo a sapere poco fa che in certe scuole elementari non fanno imparare a memoria le tabelline, insegnandole con un inverosimile metodo più o meno scherzoso, e fanno invece imparare a memoria delle cosiddette sottrazioni difficili (tipo 47-13) per cui esiste un metodo semplice da qualche secolo se non qualche millennio. Perché non ne scrivete qualcosa?

    RispondiElimina
  10. Si sono rosy, da questo si vede che sono con la testa fuori...


    laura, ieri mi ha fatto ridere, vedendo che osservo sempre ogni spigolo...mi fa...mamma smettila, per una come te che ha vissuto sempre controcorrente che vuoi che siano degli spigoli storti?


    Ciaobacio.


    RispondiElimina
  11. Ecco, bravo Bamborino. Questo è un blog dedicato alla didattica delle scienze  per i ragazzi delle medie e svolge anche attività di divulgazione scientifica. La tua domanda quindi è OT in questo post.

    Poni per favore questo genere di quesiti nel mio blog di matematica e proverò a darti una risposta:

    http://lanostramatematica.splinder.com

    Ciao!

    RispondiElimina
  12. Laura è una persona intelligente e di spirito, qualità rare...

    Baci
    annarita

    RispondiElimina
  13. Mi piace restare con il naso all'insù e pensare che oltre, lontano.. chissà... non credo che siamo soli nell'universo. Penso a quante risorse ci vogliono, penso alla pavertà e sono molto combattuta. Mi piace anche insegnare agli alunni a pensare in grande e far volare il sogno di scoperta.

    Un saluto :)

    Rosalba

    RispondiElimina
  14. Rosalba comprendo i tuoi pensieri e li condivido.


    Un caro saluto.

    annarita:)

    RispondiElimina
  15. utente anonimo4 ottobre 2009 21:10

    cara prof le tue lezioni sono molto interessanti e spero che presto ci accompagnerai al computer e ci insegnerai ad usarlo


    baci lety n


    RispondiElimina
  16. Cara Lety, ti assicuro che inizieremo presto an andare nel laboratorio informatico. Ci sono stati purtroppo dei problemi con i pc, che adesso abbiamo risolto.


    A domani.

    la tua prof:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...