sabato 7 agosto 2010

Hidden Life Of Insects - Vita Nascosta Di Insetti

Cari ragazzi e cari lettori,

ammirate le splendide foto sulla vita nascosta di insetti,  scattate da Suren Manvelyans.

Suren è nato a Yerevan, Armenia, nel 1976 ed ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Fisica Teorica alla Yerevan State University nel 2001. Ha iniziato a fotografare all'età di sedici anni. Ora è un fotografo di primo piano per "Yerevan" magazine.

Riporto due foto, il resto andate ad ammirarlo al seguente link.






Copyleft info


Dello stesso autore Your beautiful eyes, incredibili foto dell'apparato visivo umano da tenere in considerazione nello studio degli organi di senso.

Altre risorse sugli insetti:

Entomology Image Gallery. Department of Entomology, Iowa State University

Fabio Stoch.  Fauna Italia

Insecta. Insects in The Tree of Life Web Project. 2002

Taxon details: Insecta in Fauna Europaea version 2.1. Fauna Europaea Web Service, 2009

Insetti.org

Leonardo Melchionda. Insetti

Linnea

Forum Entomologi Italiani

Research Projects: Department of Entomology in The Natural History Museum, London.

John Meyer. General Entomology. North Carolina State University

Gordon John Larkman Ramel. The Insects Home Page in The Earth Life Web


E infine da Google libri

The secret life of insects: an entomological alphabet di Peter Milward.



15 commenti:

  1. utente anonimo7 agosto 2010 09:56

    Che meraviglia, Annarita! Queste foto bellissime ritraggono la natura, anche quella a noi meno visibile, in tutto il suo splendore. Sicuramente stimolano curiosità e possono favorire un approccio più interessato all'entomologia, studio un po' trascurato, a mio avviso, in rapporto alla sua importanza in molti ambiti: medico, agrario, zoologico,e perchè no, anche hobbistico-amatoriale. Gli insetti, infatti, come  sappiamo bene, sono organismi presenti ovunque c'è vita  ed inevitabilmente hanno stretti rapporti con la vita dell'uomo e, nonostante molti siano per lui fastidiosi, nello stesso tempo sono importantissimi per l'equilibrio biologico. 
    Da secoli la vita degli insetti, "molto riservata", stimola la curiosità e l'interesse dell'uomo: prova ne è l'esistenza di una specialistica disciplina di studio.
    Complimenti per il post!
    Felice giornata,
    un abbraccio,
    maria I

    RispondiElimina

  2. Concordo, Maria. L'entomologia è un po'  trascurata, eppure i ragazzi sono attratti e incuriositi dagli insetti. Occorrerebbe incentivarne lo studio e l'esplorazione perché, come ben affermi, gli insetti sono presenti ovunque ci sia vita.

    Lo scarafaggio, che pure provoca un moto di disgusto ai più, secondo gli studiosi è l'organismo vivente in grado di resistere più di qualsiasi altro a condizioni di vita molto difficili, rappresentando con ciò quasi un baluardo della vita su questo pianeta!

    Un abbraccio e a presto!

    annarita

    RispondiElimina
  3. Burlona di una Lisetta! Sì, molto carino il tuo servizio fotografico...

    Grazie mille e buon bagno!

    RispondiElimina

  4. Bellissimi immagini...quelle relative all'occhio mi hanno colpito moltissimo. Ho provato anch'io a inserire un'immagine ma si blocca tutto. Provo a lasciare il link
    http://picasaweb.google.it/lh/photo/Y_UVXyqWsQouzisbCYOCMW_8I_pdzCsbOZ5-8yQYIBc?feat=directlink
    spero funzioni...
    Ciao Annarita, Roberta

    RispondiElimina
  5. utente anonimo8 agosto 2010 00:46

    Belle immagini cara Annarita.
    eppure dietro a tanta bellezza,
    c'è la la lotta per la sopravvivenza
    Gli insetti, sono animali strani e affascinanti
    Un mondo quasi invisibile e  silenzioso 
    il loro.
    Ciao bella Annarita 



    RispondiElimina
  6. Già, Rosaria. La lotta per la sopravvivenza fa parte della vita e in ciò sta anche la sua drammatica e sconvolgente bellezza.

    Un bacione. Ciao.

    RispondiElimina
  7. utente anonimo8 agosto 2010 14:16

    Il mondo degli insetti è molto bello e misterioso, ha una varietà di colori bellissima e mi attira molto per la sua spontaneità. Le fotografie sono bellissime, grazie per questa coloratissima segnalazione. 
    Un abbraccio, Mao e Vivi

    RispondiElimina
  8. Pa, capisco che per uno che tiene al suo orto la cimice possa non essere propriamente simpatica...però Maria non ha tutti i torti, eheheheheh!

    RispondiElimina
  9. Mao, Viv, concordo! Gli insetti sono esseri viventi straordinari. Un mondo tutto da scoprire...

    Un bacione a entrambi.

    A presto!

    RispondiElimina

  10. Belle foto! Veramente amabili gli insetti visti così! Grazie Annarita!

    Lo sapevate che lo scarabeo sterconario è l'insetto più forte del mondo?

    Gli scienziati britannici (dell'università Queen Mary di Londra) e quelli australiani (università dell'Australia dell'Ovest) sono d'accordo: l'Onthophagus taurus, scarabeo stercoraio (nella foto), è l'insetto più forte del mondo. Infatti, questo coleottero, che si nutre di escrementi, è in grado di sollevare un peso superiore 1.141 volte la propria massa corporea. Cioè l'equivalente di 80 tonnellate per un uomo di 70 chilogrammi: il peso di sei autobus a due piani. (Sole 24 Ore 31 marzo 2010)

    Dunque, in modo relativo è l'essere più forte del mondo, non vi pare?
    Avevano ben ragione gli antichi egizi di consacrarlo!
    Anche detto Khepher, è lo scarabeo sacro simbolo di trasformazione e rinascita.
    E' l'aspetto del sole all'alba ("Io sono Kepher al mattino, Ra a mezzogiorno e Atum alla sera", come recita una nota preghiera del Libro dei Morti). Lo scarabeo racchiude simboli solari (con le ali aperte è l'immagine del Sole nel suo duplice cammino, ascendente e discendente; quando sotterra la palla di sterco rappresenta Ra che cala dietro la montagna; è il sole dell'alba) e lunari (ha 28 ore di gestazione). Sulla mummia veniva messo uno scarabeo (generalmente di oro e argento per unire i simboli di sole-luna) all'altezza del cuore. Esso però non rappresenta il cuore fisico ma il cuore sottile, sede dell'Intelligenza.
    Il piccolo scarabeo è uno dei segni-simbolo più familiari dell'universo faraonico, un simbolo che corre sui registri dei geroglifici, scala gli obelischi e le pareti dei templi, resta nel cuore delle tombe, testimone d'immortalità.

    Gaetano

    RispondiElimina

  11. Eh no, mie care, voi siete belle e simpatiche, ma non mi potete far provare pietà per la cimice, proprio no!
    IO, LA CIMICE, LA ODIO!
    ahahahahahahahah
    E se proprio la volete sapere tutta, l'elenco degli insetti o animaletti sgraditi all'orticoltore sono parecchi, e per amore di patria e non turbare le vostre immacolate coscienze (ahahahaha) non dirò niente, sappiate che mi chiamano "lo spauracchio dell'insetto". L'insetto, quando mi vede, scappa a più non posso. Tranne le zanzare. Devo dire che quelle non scappano per niente.
    E comunque Maria, sarà pure bella svolazzante e tutto, ma lo sviluppo della nostra società passa attraverso la lotta ai parassiti, e io ne sono un audace interprete!
    ahahahahahahaha
    Ma voi signore, che fate tanto le difensore (e giustamente) di tutte le creature viventi, come vi comportereste se vedeste, che so, un bel ragno nero, o un coleottero, o una di quelle belle falene, oppure una bella cavalletta, o ancora una piccola mantide (piccola per modo di dire), saltate sopra uno sgabello oppure...?
    ciao bele gioie!
    Paopasc

    RispondiElimina

  12. Gaetano, sullo scarabeo stercorario Scientificando ha pubblicato un post parecchio tempo fa...

    Non conoscevo, invece, la simbologia attribuitagli dagli antichi Egizi.

    Informazioni come al solito interessanti.

    Grazie mille.

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  13. Caro il mio "spauracchio dell'insetto"  e audace interprete della lotta ai parassiti, mi è capitato più volte di "incontrare" i simpatici animaletti che hai citato! Sai cosa ho fatto? Li ho semplicemente scansati o fatti scansare incruentamente. Ahahahahahahah!

    RispondiElimina

  14. Ragazze, non scherzate col fuoco, o meglio: non scherzate con l'odore nauseabondo.
    L'ammazzatore di cimici, ancorchè non essere un cinico (no,no) deve essere considerato un: BENEFATTORE!
    Se non ci fossero gli individui come me che, con sprezzo del pericolo (eh si, perchè le cimici più grossette oppongono resistenza all'ammazzatura, si difendono, le infingarde, e rilasciano il noto maleodore, eh no!) liberano  l'INCONSAPEVOLE umanità da codesto flagello, chi, ripeto chi, potrebbe impunemente mangiucchiare amabilmente i rossi pomodori o i verdi peperoni? le zucchine delicate o le melanzane decise?
    No, care le mie donzelle, nooooooo, non vi sarebbe niente di tutto questo, l'intiera umanità costretta a cibarsi solo di carne!
    Eppure, la Natura, nella sua infinita saggezza, DEVE aver creato codeste creature a uno scopo. Ma, per il momento mi sfugge, così le stermino, per la delizia di numerosi palati!
    ciao bele gioie!
    ahahahahahhaha
    paopasc
    (hai da vedè come le scanso, io. ie faccio fa un chilommetro, minimo!!!)

    RispondiElimina
  15. Ok,  "BENEFATTORE"!

    L'INCONSAPEVOLE umanità ringrazia,...ma con moderazione! Eheheheheheh!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...