sabato 6 novembre 2010

EPOXI

Carissimi ragazzi di 3° B,

in questi ultimissimi giorni si parla di EPOXI!

EPOXI? Proprio così! Si tratta di una missione spaziale senza equipaggio, diretta dall'Università del Maryland per conto della NASA.

EPOXI è un acronimo! Sapete cos'è un acronimo vero? Extrasolar Planet Observation / eXtended Investigation of comets: EPOXI!

Extrasolar Planet Observation and Characterization (EPOch) indica il primo obiettivo della missione: osservazione e caratterizzazione dei pianeti extrasolari.
Deep Impact Extended Investigation (DIXI) indica il secondo obiettivo: estensione delle indagini della sonda Deep Impact.

Deep Impact, che ha già completato la propria missione primaria verso la cometa 9p/Tempel1 nel 2005, è stata reimpiegata allo scopo di osservare pianeti extrasolari e studiare un secondo corpo cometario, la cometa 103P/Hartley2, che un paio di settimane fa è transitata a 18 milioni di km dalla Terra.

Il 4 novembre, alle ore 14 Tempo Universale, la sonda Deep Impact, ribattezzata per l’occasione EPOXI, ha avvicinato la cometa Hartley 2 (che vedete nell'immagine) ad appena 700 km.




Le immagini semplicemente fenomenali della cometa Hartley 2, inviate dalla sonda,  saranno per settimane oggetto di studio insieme ai dati raccolti durante l'avvicinamento.

Michael A'Hearn, astronomo presso l'Università del Maryland e principal investigator di entrambe le componenti della missione EPOXI ha affermato: " È emozionante poter inviare la sonda Deep Impact in una nuova missione che combina due indagini scientifiche completamente indipendenti, ma che entrambe possono aiutarci a comprendere come si formano ed evolvono i sistemi planetari".

L'EPOXI Mission timeline.




Il filmato mostra la cometa Hartley2, ripresa dalla sonda, mentre si snoda nello spazio.





L'effetto è spettacolare!




3 commenti:

  1. Annarita ho guardato il video 
    ma mica solo una volta.
    Sai che queste cose mi piacciono
    tanto!
    Il nostro pianeta fa parte di questa meraviglia! 
    Il cosmo 

    Grazie del video 
    Un bacione.
     

    RispondiElimina
  2. utente anonimo8 novembre 2010 17:18

    Grazie per il video!E' magnifico!Mi piacerebbe sapere però a che velocità si sposta la stella cometa del filmato!
    Grazie
    Ilaria

    RispondiElimina
  3. Benvenuta, Ilaria.

    Quando Deep Impact ha immortalato Hartley 2 da una distanza di 700 km, la velocità relativa dell’incontro è stata di 12.32 chilometri al secondo!

    salutoni.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...