giovedì 27 marzo 2014

La Community "Science on Google+" Ha Superato I 250000 Membri


Quando Google, qualche anno fa, annunciò l'apertura del suo social network pensai che poteva essere un buon mezzo per ampliare i miei contatti ed amplificare l'utenza per i miei blog. Così mi iscrissi, io che non avevo mai aderito a FB, per imparare a conoscere questo strumento social. Con il tempo ho ravvisato una enorme potenzialità per divulgare direttamente la Scienza a vantaggio di un vasto pubblico di qualsiasi provenienza territoriale, perciò ho iniziato a postare direttamente in inglese, smettendo di condividere i post dei miei blog.

Mi potete seguire qui.


Una carta vincente di Google+ sono le Community, che consentono di indirizzare gli utenti verso i loro specifici interessi. Mi sono iscritta ad alcune community scientifiche, tra le quali apprezzo, in particolare, Science on Google+. Degna di nota per la sua serietà anche "Salute", una Community tutta italiana in progressiva crescita.

Oggi, "Science on Google+" ha pubblicato un post in cui annuncia con orgoglio di aver raggiunto (e superato) i 250000 membri, tra i quali ci sono anch'io. 
Ho ricondiviso il post nel mio stream, ringraziando di essere stata inclusa tra nove autori, per ciascuno dei quali è stato segnalato un post personale ritenuto particolarmente interessante. Ne sono, naturalmente, onorata!

L'immagine in alto è presa dal citato post e assembla nove immagini, ciascuna delle quali appartiene ai nove post segnalati. L'immagine corrispondente al mio post è la prima in basso a sinistra e rappresenta la spirale di Eulero. Il mio post è questo.

Insomma, se amate la Scienza, seguitela anche su Google+.

3 commenti:

  1. Come tu sai io sono sempre stato scettico circa l'utilizzo dei social, però devo dire che questo Google+ ha una marcia in più anche perché non è proprio un social come normalmente li si intente, è una piattaforma sociale, che vuol dire molto di più (più servizi che si sostengono a vicenda)
    È il mondo Google fatto social.
    Insomma, ben vengano strumenti nuovi se ben fatti e senza troppo rumor che sporca l'esperienza sociale.
    Rimango dell'idea che anche G+ sia complementare ad un blog, però, in mancanza di quello, ci si può comunque fare buona divulgazione e tu lo dimostri tutti i giorni, non a caso poi ricevi simili soddisfazioni.
    Alla grande carissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So come la pensi, Marco.
      Sto sperimentando lo strumento e devo dire che al momento le impressioni positive sono superiori a quelle negative. C'è un problema però...il tempo a disposizione. Google+ richiede del tempo se utilizzato come sto facendo io. I followers che interagiscono sono tanti e il tempo per rispondere ai commenti sta lievitando.
      Prima o poi dovrò fare una scelta.

      Grazie dell'apprezzamento.
      Annarita

      Elimina
    2. È proprio un dei problemi dei social quello della "presenza costante" che naturalmente cresce in modo proporzionale rispetto al numero dei follower.
      Capisco quindi bene lo sforzo ed il tempo che ti tocca dedicare al tuo profilo G+. Sono sicuro che come sempre saprai valutare pro e contro e prendere le decisioni migliori.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...