domenica 22 maggio 2011

150 Anni Di Arte, Passione E Fantasia

google doodle 150I 150 anni dell'Unità d'Italia sono stati interpretati ed elaborati con arte, passione e fantasia da tutti gli alunni della Scuola Media Statale Guerrino Nicoli di Settimo Torinese (To), con la guida sapiente di Maria Franca Pavia, la loro insegnante di Arte.

"La cosa meravigliosa è stata che liberi di esprimersi, tutti, ma proprio tutti, hanno lavorato bene, persino quelli che normalmente non fanno nulla!", afferma la mia amica e collega Elena Favaron che insegna Matematica e Scienze nella stessa scuola.


 

Lo slideshow, che potete ammirare qui, contiene soltanto 26 tavole, ma il resto dei disegni realizzati dai ragazzi sono appesi ai muri della scuola.

Che cosa dire? Gli elaborati parlano da soli, ma voglio farvi ugualmente i miei complimenti sinceri:"Siete davvero forti, ragazzi, insieme alla vostra insegnante!"


Lo slideshow può esere fruito a schermo intero, cliccando sul rettangolino in basso a destra per chi guarda.








11 commenti:

  1. utente anonimo22 maggio 2011 12:29

    Belli, prof, i disegni. Che bravi questi ragazzi!

    A domani.
    M.

    RispondiElimina
  2. E' stata la scuola media dove sono stato io da ragazzo, a Settimo Torinese!  :-)   ...a dire il vero avevo frequentato la sua succursale, che ad oggi mi risulta essere intitolata ad Italo Calvino.

    Comunque l'ennesima conferma che Settimo T.se ha davvero girato pagina nell'ultimo decennio...  in pratica da quando non vivo più lì!

    Franco

    RispondiElimina
  3. Cara Annarita, veramente bravi i ragazzi
    e disegni commoventi.

    Un baciione ciao.

    RispondiElimina
  4. Davvero molto belli questi "stivali". Guardandoli uno dopo l'altro, complessivamente, mi hanno dato un po' il senso di quelle colorate calze che si appendono al camino la notte dell'epifania e che il giorno dopo si "gonfiano" di sorprese.
    Voglio dire ad Elena che si vede, anzi, è lampante, che i ragazzi si sono espressi liberamente, ognuno in qualche modo ha inserito nello stivale una parte di se. C'è "il giocatore", "l'artista", "lo storico", "l'enigmista", "il musicista", "il geometra", "l'affamato", "la ballerina", "lo scrittore", "il pacifista", "il calciatore", "il naturalista", "il pilota", "il gelataio"... e molti altri.
    Quando si lascia liberi di esprimersi, i ragazzi danno il meglio.
    Complimenti a TUTTI I RAGAZZI ed all'insegnante Maria.
    Grazie all'amica Elena ed a te Annarita, per averci dato modo di apprezzare il bellissimo lavoro dei ragazzi.
    Un salutone
    Marco

    PS:
    Quando i ragazzi si esprimono liberamente, in qualche modo ci mandano dei segnali. Mi sembra di aver notato pochi numeri e poca scienza tra i "virgolettati", o forse sono io che li cerco sempre e comunque?

    RispondiElimina
  5. utente anonimo22 maggio 2011 21:47

    Che meraviglia! Sono bellissimi questi disegni e pure molto significativi !
    Complimenti ragazzi, siete bravissimi! Molto brava anche la vostra insegnante! Grazie di aver condiviso questo vostro gioiello di creatività e di bravura!
    Grazie anche a te, carissima Annarita!
    Un abbraccio,
    maria I.

    RispondiElimina
  6. @Marco: hahahaha ma tu cerchi sempre i numeri!
    @Franco: che bella coincidenza davvero!
    @Maria I.: Grazie per la poesia!

    Grazie Annarita per aver condiviso l'opera!

    Elena

    RispondiElimina
  7. Lavori molto significativi, per nulla banali nè scontati!
    I ragazzi sanno sempre sorprenderci con la loro maturità, la loro creatività, la loro passione!
    Bisogna imparare a credere in loro e chiedere loro di mettersi alla prova.
    Non ci deludono mai!!!

    Complimenti a tutti,

    france

    RispondiElimina
  8. Concordo, rosaria. I disegni sono commoventi ed emozionanti!

    Bacione.

    RispondiElimina
  9. Grazie a te, cara Maria, per la bellissima lirica che hai dedicato ai ragazzi.

    Un abbraccione.!

    RispondiElimina
  10. Come non condividere, Elenuccia? Complimenti a tutti e un saluto speciale a Maria Franca.

    Un bacione.

    RispondiElimina
  11. Bisogna imparare a credere in loro e chiedere loro di mettersi alla prova.
    Non ci deludono mai!!!


    Sacrosanto, France. Grazie di essere intervenuta.

    Un bacione.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...