mercoledì 5 ottobre 2011

Chi Ha Vinto Il Contest Per Il Webit Congress 2011?

webit congress logo Webit 2011 most influential people online.

E’ partito tutto il 24/08/2011 (almeno per me), ho ricevuto un invito a partecipare a questo contest e dopo qualche titubanza iniziale ho deciso di partecipare. Il dubbio più grande consisteva nel voler trovare “the most influential people online”, e già questo mi piaceva poco, per di più adottando un sistema di voto basato su di una struttura piramidale. Ho voluto motivare la mia partecipazione e provare a “giocare”.


Ho giocato e vinto (abbiamo vinto. E motiverò il perché del noi).
Questa è la mail che mi ha mandato l’organizzazione del Webit Congress 2011:

Dear Annarita,
Thank you for taking part in Webit Influence project. I have the
pleasure to inform you, that your are the winner in our competition!
In order to arrange your travel to Sofia, please provide us with
details in terms of departure and arrival destinations, and any data
you might fin suitable.
Once more, congratulations and see you at Webit Congress on 26-27
October in Sofia!
Best,
Kalina
--
Kalina Gradinarova/e-Academy
E: kalina@eacad.eu
W: www.WebitExpo.com | www.e-acad.eu


A questo punto mi tocca fare almeno un resoconto dei dati e della partecipazione (le riflessioni le facciamo alla fine).
Questa la mia pagina con la rappresentazione della piramide, del punteggio finale e delle posizioni nelle due classifiche (country e worldwide).


annarita ruberto
Solo per ricordare a chi ha partecipato e per informare chi invece non è a conoscenza del meccanismo di voto. Come da regolamento, ogni click corrisponde ad 1 punto. Ogni punto viene poi “distribuito” ai livelli superiori della stessa piramide di appartenenza in modo frazionario a seconda della posizione occupata nella piramide (1°liv=1/2, 2°liv=1/4, 3°liv=1/6, 4°liv=1/8…). E’ quindi importante comprendere che il punteggio finale non corrisponde ai voti ottenuti direttamente, bensì ai voti diretti più i punti che i diversi livelli della piramide trasferiscono. Anche nel caso specifico della vincitrice, i 15523 punti finali sono la somma dei voti diretti ricevuti più il contributo  dei punti provenienti dai suoi “sottoscritti”. Cerchiamo di capire quale è stato il contributo di ogni singolo partecipante e quanto questo contributo sia stato essenziale per la vittoria finale. Questo per dimostrare come la vittoria sia stata il risultato del “lavoro” di una squadra e non di un singolo. Un modo anche per ringraziare tutti i partecipanti e per dare loro il giusto merito; chiaramente i ringraziamenti vanno estesi anche a chi ha semplicemente votato senza iscriversi.

In verde il punteggio ottenuto da ogni singola persona
In rosso la frazione del punteggio che si somma al punteggio finale della vincitrice (contributo reale di ogni singola persona)

Elenco degli appartenenti alla piramide della vincitrice (contributori):

- Matteo di Carlo   205*1/2=102,5
- Il Dottore dei computer  394*1/2=197
- Gioia Feliziani  480*1/2=240
- Carmine Ricco  523*1/2=261,5
- Raffaela Prevete  535*1/2=267,5
- Massimiliano Tanzini  370*1/2=185
- Cosima Manta  615*1/2=307,5
- Vincenzo Gulino  655*1/2=327,5
- Rosa Maria Mistretta  700*1/2=350
- Ilaria Toma  698*1/2=349
- Maria Intagliata  718*1/2=359
- Kees Popinga  (891,5-3/2)*1/2=445
              o Marco Ferrari  3*1/4=0,75
- Francesco Mondello  719*1/2=359,5
- Claudio Pasqua  904*1/2=452
- Giulia Reddina  716*1/2=358
- Filippelli Gianluigi  910*1/2=455
- Gianluca Panucci  724*1/2=362
- Giuseppe Auletta  1014*1/2=507
- Michele Papaleo  (698,5-19/2-6/2)*1/2=343
             o Alessandro Gargiulo  6*1/4=1,5
             o Riccardo Messina  19*1/4=4,75
- Stefania Maglio  761*1/2=380,5
- Lorenzo Franco  772*1/2=386
- Vale Po  759*1/2=379,5
- Rosaria Dilella  598*1/2=299
- Tania Tanfoglio  970*1/2=485
- Maria Filomia  693*1/2=346,5
- Anna Vizzari  997*1/2=498,5
- Erasmo Modica  1089*1/2=544,5
- Cristofaro Sorrentino  {1205,22-[822,5-(117-27/2-21/2)/2)+44/2+(49-24/2)/2+(55-30/2)/2]/2-90/2-81/2-46/2}*1/2=304,36
           o Carmelo di Salvo  [822,5-(117-27/2-21/2)/2)+44/2+(49-24/2)/2+(55-30/2)/2]*1/4=167,25
                 ► Gabriella Nanni  (117-27/2-21/2)*1/6=15,5
                          ♦ Riccardo Zucchero  21*1/8=2,625
                          ♦ Liviu Crisan  27*1/8=3,375
                 ►Roberto Sconocchini  44*1/6=7,333
                 ►Monica Intingendo  (49-24/2)*1/6=6,167
                          ♦Luigi Modrone  24*1/8=3
                 ►Sandra Cioffi  (55-30/2)*1/6=6,667
                          ♦Antonio Anatrone 30*1/8=3,75
          o Edoardo Zonin  90*1/4=22,5
          o Marcella Salvatore  81*1/4=20,25
          o Andrea Moscardini  46*1/4=11,5
- Lucia Marino  1000*1/2=500
- Bo Enrico  1000*1/2=500
- Paolo Pascucci  1016*1/2=508
- Nadia Zaramella  726*1/2=363
- Sabrina Pacini  982*1/2=491
- Stefano Muccinelli  780*1/2=390
- Marco Cameriero  1190*1/2=595

TOTALE DEI CONTRIBUTI = 13475

Quindi, se ai 15523 voti ottenuti sottraiamo i 13475 contributi totali, il numero dei voti diretti ottenuti dalla vincitrice risulta essere 2048. Da questo si evince quanto importante sia stato l’apporto dell’intera piramide, ecco perché io considero questa la vittoria di una “squadra”. Mi piace inoltre evidenziare il fatto che nell’elenco dei sottoscritti ci siano blogger scientifici, docenti, studenti e qualche appassionato di tecnologia; un bel risultato per una parte di rappresentanza della blogosfera scientifica.

Come chi segue costantemente i miei blog saprà, io cerco sempre di fare informazione corretta (ci provo) almeno nel campo scientifico, per altre cose, quando non le conosco approfonditamente, preferisco non intervenire. Riguardo al contest indetto per il Webit Congress 2011, al meccanismo di voto e l’algoritmo incaricato dei calcoli, alle statistiche ed alla relazione tra VOTO e PUNTEGGIO, soprattutto sui social, si è fatta molta confusione e la confusione genera sempre cattiva informazione che spesso si trasforma anche in allusioni o addirittura in insinuazioni. Mi trovo quindi costretta a spiegare come realmente ha funzionato l’algoritmo di voto e come le statistiche nulla hanno a che vedere con i PUNTI ed i VOTI ricevuti.  Colgo così anche l’occasione per rispondere alla richiesta fatta dalla prof e blogger Caterina Policaro (con cui mi congratulo per la terza posizione nella classifica mondiale) in un suo articolo che si conclude così:
Capiamo esattamente come NON ha funzionato questo contest, capiamolo insieme. Abbiamo tutti da imparare, riguardo le dinamiche di rete e la “presunta” influenza online.”

Per il contest, si può criticare il metodo, la chiarezza delle informazioni date, ma non si può, almeno non si dovrebbe mai, basarsi sulle sensazioni personali.

Sono 3 le cose che vanno considerate e tenute ben distinte:

1) I PUNTI TOTALI
2) I VOTI DIRETTI RICEVUTI DA OGNI SINGOLA PERSONA

3) I CLICK REGISTRATI dal sistema di analisi Bitly (servizio per "abbreviare" gli URL ed analizzare il traffico)

I PUNTI TOTALI sono la somma dei VOTI DIRETTI + le frazioni di punti che i diversi gradini della propria piramide portano (esempio i valori in rosso dei miei sottoscritti), sono quelli che decretano la vittoria.
I PUNTI TOTALI venivano aggiornati istantaneamente da un algoritmo e quindi erano sempre visibili sulla propria pagina.

I CLICK REGISTRATI sono SOLO i click che sono stati fatti direttamente sull' URL personale, ma non garantiscono che dopo il click il voto sia stato effettuato. Si poteva infatti cliccare sull' URL e per qualsiasi motivo decidere di non votare. Prendere in considerazione il numero di click registrati come dato fondamentale da cui scaturissero i voti è assolutamente sbagliato. Solo per dare un ulteriore esempio di come i click non corrispondano ai voti e che anzi siano completamente indipendenti,  basta cliccare ad esempio sul mio URL personale (http://bit.ly/cjn3FL); il numero di click continuerà ad aumentare (qui la pagina delle statistiche) pur essendo la votazione conclusa. Ed è giusto così, il servizio di Bitly è ancora in funzione e quindi continua  ad aggiornare i click, non centra assolutamente nulla con i voti ed il punteggio finale, si tratta solo di statistiche di traffico web.

I VOTI DIRETTI RICEVUTI DA OGNI SINGOLA PERSONA erano e sono l'unico dei tre dati non visibile immediatamente, perché non è stato previsto e perché non erano quelli a decretare la vittoria finale.
Risalire ai reali voti (non punti) di una singola persona è un po' complesso ma io ho voluto farlo non tanto per risalire ai voti diretti ricevuti (2048), quanto per rendere il giusto merito al contributo fondamentale che ogni singolo sottoscritto alla mia piramide ha portato (totale contributi in termini di punti 13475).
Perché è importante dire che se una vittoria c’è stata, questa è arrivata solo grazie al contributo di tutti.
HA VINTO LA SQUADRA e non il singolo.

La base su cui poggiava l’intero contest era la struttura piramidale, io avevo la mia piramide con i miei sottoscritti, ma a mia volta ero sottoscritta alla piramide di Caterina Policaro; quanto abbiamo contribuito io ed i miei sottoscrittori ai suoi 10984,2 punti ed al suo 3° posto nella classifica mondiale? Anche qui ho fatto dei conti che presento per completezza di informazione anche se sotto formato “ristretto” per non allungare ulteriormente l’articolo:

2048/2=1024 | 370/4=92,5 | 615/4=153,75 | 655/4=163,75 | 700/4=175 | 698/4=174,5 | 718/4=179,5 | (891,5-3/4)/4=222,687 | 3/6=0,5 | 719/4=179,75 | 904/4=226 | 716/4=179 | 910/4=227,5  | 724/4=181 | 1014/4=253,5 | (698,5-19/4-6/4)/4=173,062 | 6/6=1 | 19/6=3,167 | 761/4=190,25 | 772/4=193 | 759/4=189,75 | 598/4=149,5 | 970/4=242,5 | 693/4=173,25 | 997/4=249,25 | 1089/4=272,25 |
{1205,22-[822,5-(117-27/4-21/4)/4)+44/4+(49-24/4)/4+(55-30/4)/4]/4-90/4-81/4-46/4}/4=232,165 |
 [822,5-(117-27/4-21/4)/4)+44/4+(49-24/4)/4+(55-30/4)/4]/6=146,98 |
(117-27/4-21/4)/8=13,125 | 21/10=2,1 | 27/10=2,7 | 44/8=5,5 | (49-24/4)/8=5,375 | 24/10=2,4 |
(55-30/4)/8=5,937 | 30/10=3 | 90/6=15 | 81/6=13,5 | 46/6=7,667 | 1000/4=250 | 1000/4=250 | 1016/4=254 | 726/4=181,5 | 982/4=245,5 | 780/4=195 | 1190/4=297,5

TOTALE DEI CONTRIBUTI = 7390,528

Quindi, sottraendo ai 10984,2 punti totali della terza classificata il mio contributo e quello della mia piramide (7390,528), il suo punteggio finale sarebbe stato 3593,672, cosa che avrebbe comportato uno scivolamento dal 3° posto al 10° posto della classifica mondiale, lasciando invariato il 2° posto nella classifica italiana.
Ulteriore dimostrazione di come in questi tipi di contest non si vince da soli bensì organizzando, motivando e sostenendo la propria “squadra”.

A questo punto non rimane che vedere le classifiche.

Ecco la classifica mondiale:


classifica mondiale
 Questa la classifica italiana


I primi 5


primi cinque della classifica italiana


Dal 6° al 25° posto


dal 6 al 20
CONSIDERAZIONI
Ringraziati tutti coloro che mi hanno sostenuto (e sopportato in questo ultimo mese), spiegato qualcosa sul meccanismo di voto piramidale e presentati dati e classifiche finali, mi corre l’obbligo di fare qualche riflessione conclusiva:

1) Il reale obiettivo dell’organizzazione del Webit Congress 2011, e quindi del contest indetto, è stato quello di portare a conoscenza del maggior numero di persone l’iniziativa.
Il contest con relative votazioni e classifiche altro non è stato che un’operazione di marketing ben riuscita visto l’alto numero di accessi registrato. Quando si vuole pubblicizzare un evento ci sono vari modi per farlo e quello di indire un concorso è uno dei tanti. Ma quando si indice un concorso bisogna trovare una motivazione che spinga le persone a partecipare e votare; da qui l’idea di far votare le persone più “influenti” sul web. Ma “l’influenza” sappiamo bene tutti che è cosa complessa da trattare e misurare, quindi io non darei molto peso ai risultati del contest, almeno non in chiave di misurazione del grado di influenza sul web. L’obiettivo dell’organizzazione era quello di creare qualcosa di “virale” e c’è riuscita. E’ importante valutare e dare il giusto peso alle cose. Abbiamo partecipato ad un’operazione di marketing che ha avuto il merito di pubblicizzare un evento importante, nello stesso tempo ci siamo relazionati, abbiamo ricevuto feedback, abbiamo socializzato e, un po’, ci siamo anche divertiti: abbiamo fatto WEB 2.0 (e forse anche 3).

2) Il sistema di voto adottato per il contest va visto in stretta connessione con l’obiettivo prefisso dall’organizzazione del Webit Congress 2011.
Esistono sistemi di voto tra i più svariati ed ognuno viene concepito in base all’obiettivo da raggiungere. Durante questo contest qualcuno (giustamente) ha avanzato dubbi riguardo alle modalità di voto, ma perché queste modalità sono state esaminate estrapolandole dal contesto e dall’obbiettivo prefisso. Qualcuno ha ipotizzato che i controlli messi in atto dall’organizzazione (vedi IP) non erano affidabili, ed a ragione, nel senso che basare il controllo dei voti solo sulla rilevazione dell’IP poteva portare a più voti da parte della stessa persona. Un po’ come quello che succede per i voti tramite SMS che decretano la vittoria di un cantante a Sanremo (o in altre manifestazioni). Si sa che amici e famigliari cercheranno di votare quante più volte possibile per sostenere il proprio “candidato”, qualcuno si è lamentato di questo, ma a Sanremo ed in altri concorsi continuano ad adottare questo sistema di voto. Perché? Perché per gli organizzatori è importante la mole dei voti che arrivano (le motivazioni si possono immaginare), quello è il loro obbiettivo. Io chiamerei questo tipo di votazioni “massive”.

Ora, l’organizzazione del contest sul Webit avrebbe potuto impostare un maggior controllo sui voti “ripetuti”, avrebbe aiutato, ad esempio, permettere di votare solo una volta loggati. Ma quanti visitatori in meno avrebbero avuto? Ricordiamo che il loro obiettivo primario era quello di pubblicizzare l’evento quindi, meno visitatori meno pubblicità. Quello che cerco di dire è che per qualsiasi sistema di voto possiamo muovere delle critiche, se però cerchiamo di metterci nei panni di chi organizza, forse riusciamo a capire il perché di certe scelte. Il sistema di voto, qualunque esso sia, va inserito nel suo contesto tenendo presente quelli che sono gli obiettivi che l’organizzazione vuole raggiungere. Noi cosa possiamo fare? Prima di partecipare a qualsiasi contest ne studiamo regole e meccanismi, sistema di voto e poi, complessivamente, analizzando il tutto, decidiamo se partecipare o meno. E’ sempre lo stesso il consiglio: informarsi il più possibile.

3) Social, blog e mail. Un’ultima constatazione. 
In questo contest si chiedeva di far girare il più possibile il proprio URL personale invitando a votare e/o a sottoscriversi; si chiedeva di usare tutti i mezzi di divulgazione a disposizione chiedendo un feedback che consisteva nel voto. Per chi è sul web in modo attivo e si relaziona ogni giorno con varie persone, conoscere i mezzi che usa risulta molto importante. Guardando le mie statistiche finali del contest, questi sono i referrer da cui sono arrivati più voti:


referrer
Si può notare immediatamente come la mail sia stato il mezzo più efficace insieme agli inviti fatti tramite i blog. I social in questo contest hanno svolto un ruolo più marginale (forse perché io non sono così social-izzata?). E’ chiaro che i dati presi in considerazione sono limitati come volume e mirati alla mia personale partecipazione, però possono essere esplicativi di un atteggiamento che già in altre situazioni avevo avuto modo di constatare.  Le persone hanno bisogno di creare un certo legame con te prima di relazionarsi in modo attivo, con eventualmente dei feedback. E come si crea questo particolare legame? Non sembrerebbe che i social abbiano lo stesso impatto dei blog o addirittura delle relazioni “reali” (ma questo era scontato). Perché? Eppure il 70% del tempo speso sul web passa attraverso i social! Forse perché i social non permettono di creare quel filo diretto e “duale” che crea la “relazione”? Sui social tutto è di tutti e di nessuno e quando partecipi attivamente con commenti e/o altro non dialoghi ma condividi sensazioni che spesso sono “di massa” e non personali. Forse perché i social, oltre a non permettere di approfondire argomenti e contenuti, non permettono neanche l’approfondimento delle relazioni? Non so… Io penso che i social siano un mezzo di divulgazione potentissimo, ma che tende ad imprigionare al suo interno informazioni e relazioni; un circuito chiuso che si autoalimenta, cresce a dismisura di volume ma poco di qualità. Forse la cosa migliore per i blogger e webmaster è quella di considerare i social non un mezzo fine a se stesso, ma un tramite utile a traghettare i lettori/utenti in altri luoghi (blog, siti,…) dove l’approfondimento dei contenuti e delle relazioni sia più “reale” e meno “digitale”.

In conclusione posso dire che è stata sicuramente un’esperienza “istruttiva” e gratificante visto il riscontro positivo che gli amici del web hanno voluto regalarmi.

Parteciperò ad altri contest simili? Non credo, almeno non a quelli con votazioni “massive”. Mi si potrebbe convincere solo per iniziative davvero meritevoli, ma magari non lo farei in prima persona bensì appoggiando la candidatura di altri.

Ringrazio ancora tutti coloro che mi hanno sostenuto cui manderò cartoline digitali da Sofia tramite i miei blog, quindi, teniamoci in contatto, continuate a seguirmi:)

16 commenti:

  1. Fiuuuu, che post lungo Anna! Pure si legge d'un fiato dall'inizio alla fine. Ottima ricostruzione dell'apporto di ogni voto, con grande sorpresa in merito all'apporto alla Policaro della tua piramide. Interessanti anche le considerazioni finali sull'aspetto psicologico dell'interazione in rete e sulle differenze tra i vari mediatori: email, blog, social e così via. Spunto interessante per un approfondimento. Voglio vedere se c'è della letteratura in merito per approfondire la cosa: il medium come mediatore del livello di confidenza, intesa come affinità personale.
    Paopasc
    Ah, dimenticavo, complimenti! Sei la donna più influente del mondo! Ascolta, se ti capita di parlare con Barack, puoi dirgli...

    RispondiElimina
  2. Dai ammettiamolo , ci siamo divertiti tutti e questo in fondo è anche uno degli aspetti interessanti dell'operazione, che ha scatenato la voglia di competizione che sta in fondo ad ognuno di noi, come ho sottolineato anch'io in un mio post. Giustissime le conclusioni che ne hai tratto , l'esperimento è stato davvero un interessante studio sul meccanismo dei nuovi media, inoltre la dimostraziozio che il gioco di squadra è quello vincente. Hai spoegato tutto in maniera magistrale, l'unica cosa che non ho ancora capito è che roba è 'sto webit, ma ce lo spiegherai da Sofia. Buon viaggio !!!!!

    Enrico Bo

    RispondiElimina
  3. Complimenti per tutto e per la dettagliata analisi del voto!

    Giuseppe

    RispondiElimina
  4. Neppure io ho capito cosa è sto webit-
    Una cosa è certa che ora sei la Donna più influente,
    come giustamente dice Paopasc.
    Buon viaggio e buona fortuna!
    ti abbraccio
     

    RispondiElimina
  5. Ottima ricostruzione dell'apporto di ogni voto, con grande sorpresa in merito all'apporto alla Policaro della tua piramide

    Nessuna sorpresa, Paolo. E'' la naturale conseguenza del sistema di votazione adottatto per il contest.

    ...per Barack...ritienilo fatto..;)

    RispondiElimina
  6. Enrico, la risposta di Marco penso dovrebbe essere sufficiente per quanto riguarda che cos'è il Webit!

    Un salutone e ancora grazie.

    RispondiElimina
  7. Grazie, Giuseppe.

    Un salutone.

    RispondiElimina
  8. Paopasc ha fatto solo una battuta ironica, Rosaria.

    Un bacione e grazie anche a te.

    RispondiElimina
  9. Benvenuta, MTeresa. Buona letturaa.

    Ciao:)

    RispondiElimina
  10. Complimenti anche a te per il quarto posto italiano, Marco.

    Il tuo apporto è stato fondamentale quanto quello di tutti i sottoscrittori.

    Il "noi"  è dovuto sia per onestà intellettuale che per la modalità di attribuzione dei punteggi.

    Sei stato preziosissimo. Grazie.

    Un salutone.

    RispondiElimina
  11.  
    Congratulazioni Annarita! Sai che ho espresso qualche perplessità su questa competizione ma devo dire che sono molto contenta che tu abbia raggiunto l’obiettivo. Come hai giustamente sottolineato è un buon risultato non solo tuo ma anche di una significativa parte della blogosfera scientifica (basta considerare la composizione della piramide per rendersene conto).  Buon viaggio a Sofia Annarita ;) un abbraccio
    nadia z

    RispondiElimina
  12. Grazie, Nadia, anche del supporto.

    Ricambio l'abbraccio.
    annarita

    RispondiElimina
  13. Qualcuno osa negare il misterioso potere delle piramidi? Perchè una popolazione di alieni ha vinto una competizione terrestre? Chi o che cosa si nasconde dietro l'inquietante nome di Annarita Ruberto? E soprattutto: di quale verbo Scientificando è il gerundio? Restate in linea, tutta la verità su Boiager!
    (Complimenti!)
    Popinga

    RispondiElimina
  14. Eccerto che hai vinto, quando fai qualcosa lo fai sempre al meglio;))
    Grande Annarita!!!
    Roberta, contenta di aver contribuito nel suo piccolo.

    RispondiElimina
  15. Complimenti e auguri!! Sono contenta per te e per me che ho raggiunto un livello al di la delle mie aspettative.
    Teniamoci in contatto Annarita! Ti auguro una buona pemanenza a Sofia
    A presto
    Rosa

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...