venerdì 29 febbraio 2008

Struttura Delle Piante: La Radice E Il Fusto

Salve a tutti.  Siamo Alessandro C., Luca C. e Marco G. di 1°A.


Con questo articolo, continuiamo nella descrizione del nostro percorso di apprendimento sulle piante. In particolare, cercheremo di scoprire com’è fatta una pianta.
I disegni sono stati realizzati da Miriam A.



PIANTA1


Come si può notare dal disegno, la pianta raffigurata ha una radice sotterranea e un germoglio aereo nel quale sono riconoscibili un fusto, delle foglioline e delle gemme. Alcune gemme, dette laterali, si trovano ai lati del fusto:da queste hanno origine i rami. All’apice del fusto, si trova invece la gemma apicale: da essa dipende l’allungamento della pianta.
Le due tipologie di gemme possono, in alternativa, produrre fiori. I punti sul fusto, da cui nascono le foglie e le gemme, sono detti nodi; le zone fra i nodi si chiamano internodi. La radice, il fusto e le foglie hanno, ciascuno, una loro struttura caratteristica, che analizzeremo di seguito.




Com’è fatta la radice?


radice


La radice è formata da diversi tessuti che svolgono specifiche funzioni. All’interno, vi è l’insieme dei vasi conduttori che trasportano le sostanze; più esternamente, c’è una specie di scorza a protezione del deposito. La radice è costituita da:


- apice radicale, che fa penetrare la radice nel terreno; esso è rivestito esternamente dalla cuffia, uno strato protettivo formato da cellule resistenti;
- la zona di accrescimento, formata da cellule che si moltiplicano continuamente, in modo da permettere la crescita della radice;
- la zona di allungamento, in cui le nuove cellule si allungano e spingono l’apice sempre più in profondità nel suolo;
- la zona di differenziamento, le cui cellule sono specializzate in alcune funzioni, come l’assorbimento dell’acqua dal terreno. In questa zona, le cellule superficiali presentano tante estensioni filiformi: i peli radicali, la cui funzione è quella di assorbire l’acqua.



Com’è fatto il fusto?


FUSTO


Il fusto può essere erbaceo, e allora è tenero e verde, o legnoso (tronco), e in tal caso ha una struttura assai complessa.


Il fusto erbaceo è composto, procedendo dall’esterno verso l’interno, da una sottile epidermide, da una corteccia e dalle cosiddette nervature. Queste ultime trasportano i liquidi.
Nel fusto legnoso, l’epidermide è sostituita da una corteccia di sughero mentre la parte interna, compatta e resistente, è adatta a sostenere la pianta. Questa massa è a sua volta composta da varie parti:


- il libro, costituito da un sistema di piccoli tubi che consente di trasportare le sostanze nutritive, prodotte dalle foglie durante la fotosintesi clorofilliana, a tutte le altre parti della pianta.


- Il legno, costituito da un altro sistema di piccoli tubi che consente di trasportare sino alle foglie l’acqua e i sali minerali assorbiti dalle radici.


- Il cambio consente la crescita del diametro del fusto; esso produce nuovi strati di legno e di libro. Se tagliamo un tronco trasversalmente, vedremo tanti anelli, ognuno dei quali rappresenta la parte di fusto prodotta in un anno.


- Il midollo è il “magazzino” della pianta: qui, infatti, vengono accumulate le sostanze di riserva.


E' tutto! A risentirci al prossimo post

_______________________________________

POST CORRELATI


- Il mondo delle piante


- La Classificazione Di Linneo




- Classificare i viventi: da Aristotele a Linneo (n. 3 di Scuola e Didattica, annata 2007/08)

26 commenti:

  1. Ciao, Alessandro, Luca & Marco! Sono la vostra compagna di classe di classe Sofia. Vi volevo fare tantissimi complimenti per il meraviglioso articolo che avete pubblicato sulle parti della pianta... Mi è piaciuto moltissimo, ma non solo il testo anche i disegni!!! Saluti

    RispondiElimina
  2. Ciao Luca, Marco e Alessandro, sono la vostra compagna di classe Sofia. Vi volevo fare tantissimi complimenti per il meraviglioso articolo che avete pubblicato per il nostro blog. Anche i disegni erano fatti molto bene... bravissimi!!!

    Ciaoooooo!!!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo01 marzo 2008 12:10

    Ciao ragà. Sono Marco, il fan dei vostri blog. Vi ricordate di me? Sono rimasto un po' lontano per via dell'influenza, ma adesso sono ritornato. Complimneti per questo post. Siete stati bravissimi come al solito.


    A me questo argomento, non è piaciuto molto l'anno scorso. Lo trovavo un po' noioso, ma il vostro post non lo è affatto.


    Ciao! Aspetto il seguito.


    Marco


    ps: un saluto alla prof. Annarita

    RispondiElimina
  4. utente anonimo01 marzo 2008 15:41

    Garndissimissimissimi!! Sono rimasta senza parole: Mi avete sorpreso e avete realizzato un magnifico articolo! davvero molto interessante e originale e, grazie a questo, avete ampliato il mio interesse per la matematica e le scienze! Fantastico, formidabile e meraviglioso. Davvero tanti complimenti e molte lodi. Bravissimi... La vostra compagna di classe clary4ever di 1^A!! Ciaooooooo!

    RispondiElimina
  5. utente anonimo01 marzo 2008 20:17

    Ciao!!! Sono Arianna. G. cari Alessandro, Luca e Marco, sapete, siete stati molto bravi!!! Avete spiegato alla perfezione gli argomenti sulle radici e sul fusto della pianta che abbiamo affrontato in classe!!!! Si è visto molto che siete stati attenti!!!!

    E mi congratulo con la mia compagna Miriam per i disegni, sono bellissimi!!!!!

    spero che contontinuerete così perchè ci sapete fare!!!

    A presto, Arianna

    RispondiElimina
  6. utente anonimo02 marzo 2008 10:17

    Grazie Arianna per i complimenti sui miei disegni! Sono felice che a qualcuno piacciano!^^


    Miriam A.

    RispondiElimina
  7. Miriam, i tuoi disegni sono stati apprezzati non solo da Arianna, ma anche da Sofia e Marco, che ha detto "bravi ragà" riferendosi a tutti, quindi anche ai tuoi disegni:).


    Da parte mia, dico "bravi" a tutti, inclusa te con i tuoi bei disegni:)



    RispondiElimina
  8. utente anonimo02 marzo 2008 15:11

    Ciaooo! L'altro giorno mi sono dimenticata di fare i complimenti a Miriam per i suoi meravigliosi disegni... Sono davvero fantastici! Sono molto belli da vedere e sono molto orgogliosa di te... Scusa ancora, ma ero solo di passaggio e no ci ho nemmeno pensato... Comunque siete un bel gruppo con la voglia piena di lavorare e lo spirito di squadra. Sono felice per te e continua ad impegnarti in questo modo e vedrai che diventerai il doppio, il triplo anzi il quadruplo più brava..!! Complimentoni anche a Luca, Marco e Alessandro... Davvero molto bravi e si vede che vi impegnate tutti molto per questo blog... Tantissimi salutoni e ancora tante lodi... La vostra co mpagna di classe Clary4ever di 1^A... CIAOOOOOOO!!

    RispondiElimina
  9. utente anonimo03 marzo 2008 20:30

    Ti dico Miriam, i tuoi disegni non piacciono solo a me, ricorda!!!!

    Coma ha detto la professoressa Ruberto piacciono a tutti anche se non ti segnalano!!!!!! E, Miriam, mi raccomando, continua così e diventerai, come ha detto Clary4ever, sempre più brava, e quindi ti meriti moltissime lodi!!!!

    A domani, Arianna :)

    RispondiElimina
  10. utente anonimo03 marzo 2008 20:42

    Sono davvero molto d'accordo con Arianna, Tu hai una enorme strada davanti e,se solo ora sei così BRAVA(e lo dico davvero senza scherzare) figuriamoci più avanti!!! Tanti salutoni e 10000000000 abbraccioni...

    Clary4ever di 1^A... A domani!!!!!:)

    BYE,BYE!

    RispondiElimina
  11. utente anonimo04 marzo 2008 15:22

    Grazie mille!*_*

    La scorsa volta che avevo lasciato il commento nn avevo notato sofia e clarissa...e nemmeno Marco...

    ne approfitto ora per ringraziarvi... ero passata di fretta e quindi...


    A dOmAnI... Grazie anche a lei prof!!! **


    Miriam A.

    RispondiElimina
  12. utente anonimo05 marzo 2008 12:44

    Anche se avevamo già studiato questo argomento, è stato utile ripassarlo.

    Infatti alcuni particolari li avevamo dimenticati!!

    Complimenti all'articolo dei ragazzi.

    Gloria e Martina P.2b

    RispondiElimina
  13. utente anonimo05 marzo 2008 12:44
















    Ciao Miriam, sei molto brava a disegnare. Tanti complimenti da Marco Z., Luca C. e Thomas P.






    RispondiElimina
  14. utente anonimo12 marzo 2008 19:43

    Cara professoressa Ruberto, solo adesso sono riuscita ad andare su google, perchè sono a casa di un mio parente. Comunque il post di Alessandro C., Luca C. e Marco G è molto interessante, mi ha colpito molto l'argomento di cui hanno trattato. Baci dalla tua alunna Alice Rossi di 1°A

    RispondiElimina
  15. Alice, sei molto diligente:).


    Un abbraccione! A domani:)

    RispondiElimina
  16. utente anonimo19 marzo 2008 10:46

    complimenti! Sembrano dei disegni da pittrice! Veramente fantastici! ancora una volta i complimenti da Luca C. Luca Z.

    RispondiElimina
  17. utente anonimo19 marzo 2008 10:54

    Miriam: Grazie mille!!

    Agnese: Questo è un articolo molto bello e facile da capire, ma comunque interessante.


    Agnese L., Miriam A., Francesco B.

    RispondiElimina
  18. complimenti per i disegni e i testi, grazie a voi ora ho le idee più chiare fatene altri, ancora complimenti ciao!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  19. utente anonimo12 marzo 2009 17:56

    Bè un rpasso non fa mai male quindi continui così prof va alla grande;)

    Lisa IB

    RispondiElimina

  20. commentatore/commentatrice n.21: invidia???

    Mi dispiace per te!

    RispondiElimina
  21. bravissimi!!Chiaro e completo..complimenti anche alla vostra insegnante di scienze!!
    una prof

    RispondiElimina
  22. Alla commentatrice n. 27: grazie del riscontro, collega.

    Un saluto.

    RispondiElimina
  23. grz di tt nn sapevo cosa fare ma con questa pag. ho scoperto tantixxime cose ciaoooooo grz ancoraaaaaaa

    RispondiElimina
  24. io sto studiando quello e mi è stato molto d'aiuto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Template e Layout by Adelebox