sabato 21 agosto 2010

Interpretare I Movimenti Della Terra E Della Luna Nel Sistema Solare

Cari colleghi,

rendo disponibile  l'unità di apprendimento "Interpretare i movimenti della Terra e della Luna nel sistema solare", pubblicata nell'anno scolastico 2009/10 sul n. 5 della rivista Scuola e Didattica, Editrice La Scuola - Brescia, nella sezione Scuola in atto_Le Unità di apprendimento
(Scienze, classe 2°), come potete verificare dal sommario.





L'unità di apprendimento contiene un percorso sperimentale completo: dal compito unitario in situazione, alle attività laboratoriali connesse, link a risorse in rete per gli approfondimenti, verifiche e valutazione dell'apprendimento.

Scaricate l'Unità di apprendimento "Interpretare i movimenti della Terra e della Luna nel sistema solare".


Sfogliatela di seguito nel widget di Issuu. Cliccare al centro per fruirla in modalità fullscreen.





Open publication - Free publishing - More scuola media


Post e risorse correlati alla tematica


Interpretare fenomeni celesti


Terra, Aria, Cielo - Laboratorio di Scienze

I Moti della Terrra [Learning Object]

Il moto di rivoluzione della Terra e le stagioni [Animazione]

La gravitazione universale [Learning Object]

Una serie di brevi filmati che illustrano il perché e il per come della rotazione dei pianeti attorno al Sole (in inglese)

La Rotazione della Terra: Un Semplice Esperimento

Un Sistema Solare...In Miniatura.

Il Sistema Solare da Rai Edu

I moti della Terra e della Luna


Il Sistema Solare [video- risorse]


11 commenti:

  1. Annarita ottime risorse e come al solito mi riservo di divulgare se tu consenti!

    Un abbraccio
    Rosalba

    RispondiElimina
  2. Cara Annarita, ho appena letto la tua ennesima fatica d'Ercole che ti eleva ad un rango di infaticabile interprete di missionaria nel mondo dell'istruzione. Sei una mamma e sarai sempre amata dalle continue generazioni che si affacciano alla vita. Ci puoi contare, non so in che modo, ma deve poter essere. Può apparire come un impegno fra le ombre di un mattino fulgente per i meriti che ne ricavi. Ma come nascono le cose della vita se non in tal modo? Ecco il momento cruciale della vita, l'incertezza, la sede di pionieri, infiniti "numeri" che poi scompaiono. Ma quelli successivi, che si conoscono nella storia per la loro fama, meritano tanti elogi e addirittura premi Nobel? No, se non si volgono "indietro" in contemplazione di chi li ha ispirati.
    Gaetano

    RispondiElimina
  3. Caro Gaetano, è troppo!

    Ti ringrazio infinitamente della stima e dell'incoraggiamento.

    Abbracci.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo21 agosto 2010 16:15

    Non rispondo al post, anche perchè
    come sai sono bloccata dalla connessione
    lenta, diciamo cosi....:-)
    Ma ho letto il commento di Gaetano e
    lo quoto Il nostro Gaetano
    sa bene e meglio di me
    l'importanza dei tuoi blog
    io ne sono affascinata
    leggo cose che non capisco
    ma  quello che leggo mi piace
    Rosalba fa bene a divulgare 
    i tuoi post.
    Un abbraccione a tutti e tre 

     

    RispondiElimina
  5. utente anonimo21 agosto 2010 18:44

    Complimenti, Annarita ! Questa UA è un vero gioiello! Rispecchia in pieno la competenza e la professionalità della straordinaria docente che l'ha realizzata! E...vedi che il mio carissimo amico Gaetano non ha affatto esagerato!!!
    Un bacione,
    maria I

    RispondiElimina

  6. Lavoro molto valido, come quelli precedenti, Anna.
    Nel commento di Gaetano c'è un fondo di verità. Egli si riferisce a quel lavoro oscuro praticato da tanti volenterosi e capaci che spianano e dissodano, sgrossano, filtrano: insomma preparano il terreno. E che non saranno ricordati nei libri, in cui l'onore toccherà a chi ha posto la ciliegina sulla torta. Già Newton lo affermò: siamo nani sulle spalle dei giganti. Il debito di riconoscenza verso chi ci ha preceduti è dovuto, per quello che hanno apportato direttamente o indirettamente ai nostri lavori. E però, costoro sono destinati a rimanere nell'ombra. almeno fino a che qualche volenteroso storico non ne riscopra le gesta.
    diciamo che in linea generale il buon funzionamento di una società di uomini deve molto a un certo numero di individui che operano secondo collaborazione. all'interno di questa categoria vi è chi ha più o meno luce.
    una cosa so di certo: accade a volte che chi è valorizzato nel suo lavoro fornisca più di quello che avrebbe dato senza quell'incentivo, ma questo accade raramente. troppe volte ho visto dirigenti, imprenditori, datori di lavoro che, pur di non riconoscere meriti all'altro, preferivano privarsi della sua collaborazione, vanificando tutto.
    paopasc

    RispondiElimina
  7. utente anonimo21 agosto 2010 19:06


    Grazie, cara Annarita, per aver reso disponibile questa tua fantastica ed utilissima unità di apprendimento! Farò tesoro anche di questa. Ti sono davvero grata per questa bellissima condivisione!
    Un carissimo saluto,
    Adele

    RispondiElimina
  8. Grazie della fiducia, Rosaria.

    Un bacione.

    RispondiElimina
  9. Maria, troppo buona anche tu! In ogni caso, non posso nascondere di esserne lusingata.

    Un bacione!

    RispondiElimina
  10. ...accade a volte che chi è valorizzato nel suo lavoro fornisca più di quello che avrebbe dato senza quell'incentivo, ma questo accade raramente. troppe volte ho visto dirigenti, imprenditori, datori di lavoro che, pur di non riconoscere meriti all'altro, preferivano privarsi della sua collaborazione, vanificando tutto.

    Concordo, Pa. Conosco diversi casi a testimonianza di quanto affermi...

    RispondiElimina

  11. Cara Adele, sono lusingata dal tuo apprezzamento. Sei molto gentile. La condivisione è per me un valore fondamentale.

    Un carissimo saluto. A presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...