sabato 5 marzo 2011

ACQUA | Un Percorso Curricolare Trasversale [PDF EBOOK]

acqua immagine presa da flickr"ACQUA | Un Percorso Curricolare Trasversale" è un ebook di 87 pagine in formato pdf, gratuitamente distribuito sotto Licenza CC. Raccoglie la documentazione relativa ad un percorso interamente sperimentale, svolto da settembre a febbraio di alcuni anni fa, con le mie  tre classi, per il progetto nazionale SeT.

(This photo is taken by "snapr" on Flickr, Creative Commons licence)


Ne riporto di seguito l'introduzione.

Il lavoro, che sarà illustrato nelle pagine seguenti, è stato sviluppato come contributo al TEMA N.1 - PROCESSI DI CAMBIAMENTO E TRASFORMAZIONE -, fra le varie tematiche previste dal PROGETTO SeT.

Anche la scuola elementare e l'istituto superiore, selezionati per la sperimentazione Set, hanno fornito il loro contributo allo stesso TEMA N.1, nello spirito della continuità verticale, tra i diversi livelli scolastici, e trasversale, fra le varie discipline.

Il percorso sperimentale è stato effettuato, nel periodo settembre - febbraio, dalle mie tre classi di qualche anno fa.

Come si potrà constatare analizzando quanto seguirà, il percorso didattico riguarda principalmente le SCIENZE ma risultano significativi i collegamenti con GEOGRAFIA e TECNOLOGIA.

All’interno di un CD – ROM realizzato, sono documentati i contributi di altre discipline, come ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA, TECNOLOGIA, ARTE, a completamento del lavoro sull'acqua.

Come ulteriore testimonianza del lavoro trasversale svolto, é stata inserita, inoltre, nel CD - ROM, la presentazione dell'intero lavoro, realizzata dalla sottoscritta, sotto forma di diapositive con POWER POINT, in occasione del 1° CONVEGNO SeT.

I ragazzi hanno lavorato con impegno, divertendosi e traendo profitto dal dialogo educativo, che hanno sostenuto e arricchito costruttivamente.

Positivo è risultato lo spirito di cooperazione, che i gruppi hanno saputo instaurare, e che non è venuto mai meno sia durante l'attività nel  laboratorio scolastico sia nei momenti dedicati alla ricerca guidata sulla tematica dell'inquinamento.

L'attività è iniziata, nella classe 1°, con la taratura di un barattolo e con altri lavori preparatori, necessari per poter iniziare costruttivamente il percorso sperimentale previsto per la classe.

Sono state realizzate pagine di reportage dai ragazzi delle tre classi per documentare, in qualche modo, la spontaneità dell'esperienza vissuta.

Per finire, costruttiva è risultata la collaborazione con il laboratorio chimico dell'ITIS - IPSIA di Faenza, dove i ragazzi hanno potuto disporre, per un mese, di attrezzature adeguate e della consulenza sapiente e paziente dei tecnici di laboratorio.


SCARICARE l'ebook da Google Docs.

Sfogliarlo online dal minicalaméo (cliccare al centro per la modalità fullscreen; "esc" da tastiera per uscire dalla modalità a schermo intero).










L'articolo partecipa al Carnevale della Chimica 3, che sarà ospitato il 23 marzo dal blog "Il chimico impertinente".

 


 

10 commenti:

  1. Ho segnalato il tuo lavoro ai 650 docenti nel gruppo "insegnanti" su fb, invitandoli a leggere anche il post in cui raccnti il percorso.
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Che lavoro Annarita
    me lo salvo.
     Lo posterò in bacheca in punta di piedi.
    Complimenti sei eccezzionale!
    Ti abbraccio ciao.

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio, rosaria. Far circolare le risorse è sempre una cosa buona.

    Un abbraccione.

    RispondiElimina
  4. E' bellissimo, Anna!
    Brava, è la famosa multidisciplinarietà. La conoscenza si dipana lungo un continuum che tocca tutte le materie, che per questo risultano collegate e non a compartimenti stagni.
    Bel lavoro!
    Paopasc

    RispondiElimina
  5. Wow !!!
    Che lavoro!
    Complimenti a te ed ai tuoi ragazzi.
    Ho letto tutto fino all'ultima parola e credo, almeno per quelle che sono le mie conoscenze, che con questo stupendo lavoro siano stati toccati tutti i vari aspetti chimico-fisici e le caratteristiche dell'acqua.
    Io credo che questo percorso curricolare possa essere adottato efficacemente da altri docenti e che, per quanto riguarda i ragazzi, possa essere utilizzato come un vero e proprio "manuale" di riferimento da cui partire per un eventuale approfondimento successivo, in cui ogni aspetto e curiosità vengono toccati ed analizzati.
    Leggendolo si capisce quale mole di lavoro sia stata fatta sia in fase di presentazione e spiegazione del singolo fenomeno che in fase di sperimentazione, senza considerare che anche la stessa raccolta e riordinamento dei dati abbia richiesto un tempo non indifferente.
    ECCEZIONALE.
    Una risorsa da tenere sempre a disposizione sia per i docenti che per i ragazzi, una di quelle per cui non si finisce mai di ringraziare chi ci ha tanto lavorato ed ha avuto la bontà di condividere.
    Sono sicuro che al prossimo Carnevale della Chimica spopolerà.
    Ancora tantissimi complimenti ProF con la P e la F maiuscole.
    Un salutone
    Marco


    RispondiElimina
  6. Marco, non ci posso credere...si riuscito a leggere completamente l'ebook?

    Mi fa un immenso piacere poter disporre del parere di uno studente perché il percorso svolto li riguarda direttamente.

    Grazie mille del feedback!

    Bacione.

    RispondiElimina
  7. Certo che l'ho letto tutto e c'è voluto un po' di tempo, ho cominciato a leggerlo ieri ed ho finito questa mattina; non volevo commentare senza avere una visione globale della risorsa.
    Per me è stato interessantissimo ed ho avuto modo di ripassare alcuni concetti che già conoscevo, ma che, affrontati con un approccio più sperimentale e pratico, risultano ancora più chiari e, posso dirlo, anche divertenti; sicuramente si memorizzano meglio e soprattutto, proprio grazie alla partecipazione attiva, "diminuiscono la distanza" che spesso si crea tra il concetto fissato su un freddo libro di testo e la realtà in cui quel concetto stesso è ben presente.
    ARIcomplimenti
    Marco

    RispondiElimina
  8. Marco, ribadisco che il tuo feedback mi fa un immenso piacere.

    Lo svolgimento di un percorso interamente sperimentale si prefigge gli obiettivi che tu hai ben evidenziato...e avere un riscontro positivo da un appartenente ai principali destinatari non può che confortare.

    Un bacione e ancora grazie.

    RispondiElimina
  9. utente anonimo6 marzo 2011 21:31

    Lavoro straordinario, Annarita!...Una vera perla della Didattica, da cui attingere e a cui ispirarsi!...Sei una GRANDE...non c'è niente da fare!!!
    Esperienze del genere segnano sicuramente in modo significativamente positivo il processo formativo dei destinatari!
    Ti ringrazio di cuore per l'enorme contributo di competenza, creatività  ed innovazione, una sferzata di vitalità ed ottimismo in questa scuola troppo spesso ed ingiustamente esposta al "pubblico ludibrio"...
    GRAZIE MILLE!!!
    Un grande in bocca al lupo per il prossimo Carnevale! Questo tuo lavoro sarà la "guest star" dell'edizione...
    Un grande abbraccio,
    maria I. 

    RispondiElimina
  10. Troppo buona, Maria. Troppo buona.

    Ti ringrazio di essere passata a leggere il post e a lasciare il tuo feed-back.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...