mercoledì 31 dicembre 2008

Lotta Al Neuroblastoma Con Un Sorriso Lungo Un Anno...

UnsorrisolungounannoCari ragazzi e cari lettori,


con questo post aderisco all'iniziativa "Un sorriso lungo un anno" lanciata da Comicomix in sostegno della lotta al Neuroblastoma, un terribile tumore dell'infanzia che costituisce la prima causa di morte in età pediatrica.


L'inziativa è rivolta a tutti i blogger e in generale agli amici del web. C'è tempo sino a domani 31 dicembre 2008 per partecipare. Il modo è semplice.


Riporto testualmente dal blog di Comicomix:


Chiunque lo desideri, nel corso del 2008, può pubblicare un post dedicato al tema del sorriso. Il sorriso come forma di relazione, verso gli altri, verso chi si ama, o semplicemente verso il prossimo. Non il sorriso da cartolina, quello falso o di cortesia. Il sorriso che è sostenere senza odio le proprie idee, ma con la disponibilità ad ascoltare (e, se possibile) capire le ragioni degli altri. Prendendo spunto da una vostra vicenda personale, un fatto di cronaca, di politica, di quello che volete.


Aderire è facile.


Basta scrivere il post, segnalarcelo a questa mail, e noi lo aggiungeremo alla lista qui sotto, indicando il nome del Blog, e il link al post. Nel post basta semplicemente specificare che si aderisce a questa iniziativa, che vuole sostenere la lotta al Neuroblastoma, il tumore dell'infanzia che rappresenta la prima causa di morte in età prescolare.


Continua a leggere il post originale.


E adesso il mio contributo al tema del sorriso con due brani che non possono lasciare insensibili.


Non importa quanto si dà ma quanto amore si mette nel dare.


Quello che facciamo è soltanto una goccia nell'oceano, ma se non ci fosse quella goccia all'oceano mancherebbe.


Non possiamo parlare finchè non ascoltiamo ...Quando avremo il cuore colmo, la bocca parlerà, la mente penserà.


Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. Tutti devono vedere la bontà del vostro viso, nei vostri occhi, nel vostro sorriso. La gioia traspare dagli occhi, si manifesta quando parliamo e camminiamo. Non puo' essere racchiusa dentro di noi. Trabocca. La gioia è molto contagiosa.


Madre Teresa di Calcutta


---------------------------


Prendi un sorriso regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte.
Prendi una sorgente, fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima, passala sul volto di chi non ha mai pianto.
Prendi il coraggio, mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita, raccontala a chi non sa donare.
Scopri l'amore e fallo conoscere al mondo!


Gandhi


Con questo post auguro ai miei alunni e alle loro famiglie, agli amici, e ai lettori  di questo blog un Sereno 2009 all'insegna del sorriso, della comprensione e della disponibilità verso gli altri.

lunedì 29 dicembre 2008

ESA: Disponibile Online Immagine Di Planetario Alla Massima Risoluzione Mai Raggiunta!

globcover


Cari lettori e colleghi interessati, vi informo che il 19 Dicembre scorso l'ESA ha reso disponibile online  l'immagine della mappa globale delle terre emerse del pianeta, ottenuta da satellite, con una risoluzione senza precedenti. Si tratta, per la precisione, di una copertura del territorio a livello planetario con una risoluzione 10 volte migliore di ogni mappa analoga realizzata in passato.


E'  la mappa globale alla più alta risoluzione, 5965×3307 pixel, mai rilasciata e completamente convalidata!


Il risultato è stato ottenuto all'interno del progetto ESA GlobCover  sul cui sito web la mappa è ora disponibile. Sedici esperti hanno convalidato la mappa utilizzando il riferimento di più di 3 000  punti di copertura del suolo. La legenda della mappa è stata sviluppata grazie al Land Cover Classification System (LCCS) della United Nation Food and Agriculture Organisation’s (FAO).


La mappa è stata generata, utilizzando i dati raccolti  nell'arco di 19 mesi, tra il dicembre 2004 e giugno 2006, da Envisat, il satellite ambientale dell’ESA, e in particolare del suo strumento MERIS, uno spettrografo di media risoluzione, sensibile al visibile e all’infrarosso vicino, che ha lavorato in modalità di piena risoluzione per fornire una risoluzione spaziale di 300 m.


Un consorzio di specialisti ha lavorato per elaborare la mappa, compresi  Medias France, Germany’s Brockmann Consult e Belgium’s Université catholique de Louvain.


Questi dati sono utili per molte applicazioni, ivi comprese la modellizzazione del cambiamento climatico, la conservazione della biodiversità e la gestione delle risorse naturali. La mappa è stata scaricata da più di 4 000 persone dal mese di ottobre 2008.


GlobCover, nato diversi anni fa, è un progetto che fa parte del programma DUE (Data User Element) di Osservazione della Terra dell’ESA. Si tratta di una vera e propria rete internazionale di partners che hanno lavorato su questo progetto insieme ad ESA con l’obiettivo di fornire appunto la mappa realizzata.


La mappa può essere usata liberamente e scaricata in due formati:


 JPG


 TIFF.

domenica 28 dicembre 2008

I Prof. Sono Tutti Uguali???

Cari ragazzi e cari lettori ,


che cosa c'entra il titolo del post con un blog scientifico, vi chiederete! C'entra, c'entra. In primis perchè appartengo alla categoria, "in secundis" perché Scientificando è stato chiamato in causa, come tra poco saprete, da un post di Daniele, brillante neolaureato in Comunicazione d'impresa alla "Sapienza" Roma, e che conosco da tempo per aver interagito con lui in LA SCUOLA CHE FUNZIONA e in "ORIENTAMENTI E DISORIENTAMENTI".


Ebbene dicevo che il baldo giovane ha pensato di chiamare in causa, sul blog di se medesimola sottoscritta e Scientificando...ma non scrivo altro. Andate a leggere il citato articolo, cliccando sull'url dello screenshot e poi fatemi sapere con un commento qual è il vostro punto di vista al riguardo.

venerdì 26 dicembre 2008

Pulitzer Prizes Alle Testate Online

pulitzer_front_logo


Cari ragazzi e cari lettori, sapete che cosa è il Pulitzer Prizes? E' un premio mooolto prestigioso e ambito!


Si legge su wikipedia:


Il Premio Pulitzer è un premio statunitense, considerato come la più prestigiosa onorificenza nazionale per il giornalismo, successi letterari e composizioni musicali. Viene amministrato dalla Columbia University di New York.


 La medaglia d'oro che premia il pubblico servizio in giornalismoI premi vanno assegnati annualmente (tradizionalmente nel mese di aprile) a coloro che si sono distinti particolarmente in una delle 21 categorie considerate. L'ambito riconoscimento, infatti, premia non solo il lavoro di giornalisti e fotoreporter distintisi in vari settori dell'informazione e nella documentazione audiovisiva dei principali avvenimenti dell'anno, ma anche autori di testi di narrativa e non, storici, drammaturghi e compositori. In venti di queste categorie ogni vincitore riceve un certificato e una ricompensa in contanti di US$ 10 000. Il vincitore nella categoria di pubblico servizio nel giornalismo riceve una medaglia d'oro, che va sempre al giornale, anche se il giornalista può essere nominato nella citazione.


Assegnato per la prima volta nel 1917, venne istituito dal giornalista Ungherese-Americano e magnate della stampa statunitense Joseph Pulitzer (1847-1911) che, alla sua morte, lasciò i soldi alla Columbia University. Una parte del suo lascito è stata usata per la Scuola di giornalismo dell'università nel 1912.


Il vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa del 2008 è stato assegnato a Junot Díaz per il romanzo del 2007 intitolato La breve favolosa vita di Oscar Wao edito da Mondadori. Sempre nel 2008 a Bob Dylan venne assegnato il premio Pulitzer per le sue composizioni musicali con la seguente Special Citation: « Per il suo profondo impatto sulla cultura e sulla musica pop statunitense, segnato da composizioni liriche di straordinaria forza poetica. »


Qui l'elenco dei premiati dal 1917 ad oggi.


Perché scrivo di questo premio? Ho appena letto, sul corporate blog di divulgazione scientifica Gravità Zero, un ottimo articolo dell'amico Claudio Pasqua in cui si dà la strepitosa notizia che a partire dal 29 aprile 2009 l'ambito premio sarà assegnato anche alle testate giornalistiche che operano esclusivamente online.


E' una svolta molto importante, direi epocale! Leggete l'articolo di Claudio Pasqua per i dettagli della notizia.

Illusioni Ottiche [Con Link E Video]

illusion_ronds1Cari ragazzi e cari lettori,

propongo un video sulle illusioni ottiche che, oltre ad essere interessante da guardare, apre una finestra sull'ottica, una  parte della fisica che descrive il comportamento e le proprietà della luce e l'interazione della luce con la materia. L'ottica affronta quelli che sono chiamati i   fenomeni ottici  , da un lato per spiegarli e dall'altro per ottenere risultati sperimentali che le consentano di crescere come disciplina fenomenologica e modellistica.

Esistono tre tipi di ottica; l'  ottica geometrica  , l'ottica fisica, e l'ottica quantistica. Cliccate sui link se volete approfondire il significato di ciascuno dei tre termini.

Ma cos'è una illusione ottica? Una illusione ottica è una qualsiasi illusione che inganna l'apparato visivo umano, facendogli percepire qualcosa che non è presente o facendogli percepire in modo scorretto qualcosa che è presente.

giovedì 25 dicembre 2008

Buon Natale Con Il Calendario Dell'Avvento Da Hubble

Cari ragazzi e cari lettori,


 vi segnalo 25  immagini straordinarie dal sito boston.com. Sono le immagini del Calendario dell'avvento "Hubble Space Telescope Advent Calendar 2008", una per ciascun giorno dal primo Dicembre sino ad oggi, Natale.


Cliccate sul link  precedente per acquisire le informazioni ad esse relative, anche se in lingua inglese, e per ammirarle nella loro straordinaria bellezza.


Ne riporto tre di seguito affinchè possiate averne un assaggino!


 


galassia3


 


galassia4


 


galassia5


Post che vi potrebbero interessare.



lunedì 22 dicembre 2008

E' Natale 2008...

alberointro


Cari ragazzi e cari lettori, vi auguro di trascorrere un Buon Natale e delle Serene Festività con le vostre famiglie senza dimenticare che è Natale anche per coloro che soffrono e sono meno fortunati di noi.


Vi invito a leggere gli auguri del blog di Matematica, dove potete leggere il toccante racconto "Il Natale di Martin" di Leone Tolstoj.


Vi lascio con due straordinarie poesie e i deliziosi disegni della Maestra Pat. Ringrazio l'amico Vittorio, che mi ha inviato la seconda delle due.


***


E' Natale !


presepe


E' Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.
E' Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l'altro.
E' Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.
E' Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
E' Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.
E' Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.


Madre Teresa di Calcutta


***


 


bambinello
Siete disposti a dimenticare quel che avete fatto per gli Altri
e a ricordare quel che gli altri hanno fatto per Voi?
A ignorare quel che il mondo vi deve
e a pensare a cio' che voi dovete al mondo?


A mettere i vostri diritti in fondo al quadro,
i vostri doveri nel mezzo
e la possibilità di fare un po' di più del vostro
dovere in primo piano?


Ad accorgervi che i vostri simili esistono come voi,
e a cercare di guardare dietro i volti per vedere il cuore ?
A capire che probabilmente la sola ragione
della vostra esistenza non e'
cio' che voi avrete dalla Vita,
ma ciò che darete alla Vita?


A non lamentarvi per come va' l'universo
e a cercare intorno a voi
un luogo in cui potrete seminare
qualche granello di Felicita'?
Siete disposti a fare queste cose
sia pure per un giorno solo?


Allora per voi Natale durerà per tutto l'anno.


Henry Van Dyke


***


Segnalo il bel post dell'amica skip, che consiglio di leggere.




Leggi i post







domenica 21 dicembre 2008

Ricette Di Natale: Le "Carteddate" Pugliesi

Cari lettori, il Natale si avvicina rapidamente e allora Scientificando ha pensato di proporvi una ricetta natalizia gustosissima: le carteddate pugliesi!


Voi ragazzi fate leggere il post alle vostre mamme e invogliatele a prepararle per voi. Vi assicuro che vi leccherete i baffi!!!


Oltre ad essere deliziose, le carteddate sono un piatto "sano" sotto l'aspetto alimentare, come potete verificare dagli ingredienti.


Cominciamo, allora!


INGREDIENTI (dosi per 4 persone)


- 500 g di farina tipo 00


- 20 g di lievito di birra


- vino bianco o succo di arancia


- miele (o vino cotto)


- cannella in polvere


- zucchero a velo


- confettini multicolore


- olio extra vergine di oliva


- sale fino


PREPARAZIONE


Preparate sulla spianatoia un impasto con la farina100 grammi di olio, lievito di birra sciolto in acqua tiepida e salata leggermete, un bicchiere di vino bianco secco o in alternativa l'equivalente di succo di arancia. Lavorate l'impasto con cura (all'incirca 10 minuti) sino ad ottnere una pasta senza grumi e con una certa consistenza. Coprite l'impasto con una tovaglietta e lasciatela lievitare per un'ora abbondante in un luogo fresco.


Passato questo tempo, stendete l'impasto con il matterello, ricavandone una sfoglia sottilissima, che taglierete con la rotellina dentellata in striscioline di circa 3/4 centimetri di larghezza per tutta la lunghezza della sfoglia. Piegate le striscioline  a metà, nel senso della lunghezza, e pizzicatele con le dita ogni 2 centimetri cira per unirle, arrotolandole poi a spirale in modo da ottenere quasi delle roselline.


Potete alternare le roselline con i fiocchetti, che otterrete ricavando dalla sfoglia, sempre utilizzando la rotellina dentata, delle striscioline lunghe 5/6 centimetri e larghe 3/4 centimetri. Pizzicate a metà le striscioline con le dita, nel senso della lunghezza, ottenendo una specie di fiocchetto.


Friggete, quindi, roselline e fiocchetti in abbondante olio e quando saranno dorate e croccanti fatele sgocciolare ben bene su dei fogli di carta assorbente.


A parte, in un tegame con i bordi un po' alti, fate sciogliere il miele a fiamma bassissima; ricordate che non deve arrivare a bollire e mescolate al miele un po' di acqua preventivamente zuccherata in modo da rendere la miscela molto fluida (indicativamente per 500 grammi di miele, sono sufficienti 200 grammi di acqua zuccherata). Quando la miscela è fluida al punto giusto, spegnete il gas e cominciate ad immergervi un po' alla volta le carteddate, rivoltandole affinché si impregnino di miele. Tiratele fuori e disponetele su un vassoio, cospargendole con zucchero a velo, cannella in polvere e i minuscoli confettini multicolore.


UN CONSIGLIO: le carteddate sono dei dolci che si mantengono per diversi giorni...anzi diventano più buoni dopo qualche giorno dalla preparazione. Per questo motivo si possono preparare qualche giorno prima di Natale senza affogarsi con i preparativi l'ultimo giorno. Potete anche prepararle in due tempi: un giorno le friggete e l'altro le impregnate con il miele. Io le preparo tutti gli anni e vi assicuro che ne vale la pena!!


Provare per credere...e buon appetito!


normal_carteddate_1



carteddate


Le carteddate, che vedete sopra, appaiono scure perché invece del miele è stato utilizzato il vino cotto


Di seguito, un video reperito in Rete sulla preparazione delle carteddate. Il video le presenta con il nome di "cartellate", ma vi  assicuro che è una forma italianizzata di quella dialettale che è e rimane "carteddate"!


Consultate il tag "alimentazione" su questo blog.




sabato 20 dicembre 2008

Solstizio D'inverno 2008

Cari ragazzi e cari lettori, il solstizio d'inverno boreale è imminentissimo e con esso entrerà ufficialmente l'inverno!

Riporto di seguito quel che si legge su Wikipedia.

Il solstizio in astronomia è definito come il momento in cui il Sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l'eclittica, il punto di declinazione massima o minima. Il fenomeno è dovuto alla inclinazione dell'asse di rotazione terrestre rispetto all'eclittica; il valore di declinazione raggiunta coincide con l'angolo di inclinazione terrestre e varia con un periodo di 41 000 anni tra 22.1° e 24.5°.


Il Sole raggiunge il valore massimo di declinazione positiva nel mese di giugno in occasione del solstizio di estate boreale, mentre raggiunge il massimo valore di declinazione negativa in dicembre, in occasione del solstizio di inverno boreale, corrispondente all'estate nell'emisfero australe.

Dall'esame di una tabella dei tempi dei solstizi si può osservare che il fenomeno ritarda di circa sei ore ogni anno (5 ore, 48 minuti e 46 secondi per la precisione), salvo subire un nuovo riposizionamento indietro ogni quattro anni, in conseguenza degli anni bisestili, introdotti proprio per evitare un progressivo disallineamento delle stagioni con il calendario. A causa di queste variazioni può capitare che il solstizio astronomico cada il 20 o il 21 giugno per l'estate nell'emisfero nord o il 21 o 22 dicembre per l'inverno nell'emisfero nord.

Ebbene, consultando la tabella si può notare che quest'anno il solstizio d'inverno si verificherà domani, 21 dicembre, alle ore 12.04 (Tempo universale) e 12.54 (Tempo locale). Si entrerà così ufficialmente nell’inverno astronomico, con il Sole che raggiungerà la sua massima distanza dall’equatore celeste.

Potete seguire il sorgere del sole con una trasmissione web live dalla  megalithic tomb of Newgrange, nella contea di Meath, Irlanda. Newgrange risale  5000 anni fa ed è quindi anteriore al complesso megalitico di  Stonehenge.

Ecco il link  a cui seguire la trasmissione web live a partire dalle 8.30  alle 9.30 a.m.di domani, domenica 21 dicembre.

Quella che vedete di seguito è una bellissima foto  del solstizio d'inverno 2005, scattata da Danilo Pivato a Santa Severa presso Fiumicino.

winter_solstice_pivato_800c

Il video mostra il solstizio d'inverno 2007 a Newgrange.

Consultate le sezioni Astronomia  e Learning Object su questo blog.

Colgo l'occasione per segnalare un evento importante "LA PUNTATA 100 DI CACCIA AL FOTONE", pubblicata dall'ottimo GRAVITA' ZERO.

Non mi resta che augurarvi un buon solstizio d'inverno!

 

IYA2009 - Anno Internazionale Dell'Astronomia

IYACari ragazzi e cari lettori,


il 2009 sta per arrivare e dal punto di vista scientifico porterà diverse interessanti novità. Eccone una!


L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) ha dichiarato il 2009 Anno Internazionale dell’Astronomia (International Year of Astronomy - IYA2009) con il motto “L’Universo, a te scoprirlo”.


L’IYA2009 cade nel quattrocentesimo anniversario della prima osservazione al telescopio effettuata da Galileo Galilei.


Sarà una celebrazione globale dell’astronomia e dei suoi contributi alla società e alla cultura, con una forte enfasi sull’educazione, la partecipazione del pubblico e il coinvolgimento dei giovani, attraverso eventi che si svolgeranno su scala locale, nazionale e internazionale, lungo tutto l’arco dell’anno 2009. L’evento è patrocinato dall’UNESCO e dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.


Ammirate il bellissimo filmato.


 



Leggete gli approfondimenti su wikipedia.


Consultate le sezioni Astronomia  e Learning Object su questo blog.

venerdì 19 dicembre 2008

Articolo Su Venerdì Di Repubblica: Qualche Perplessità...

Cari lettori, quattro giorni fa pubblicavo il post " Il Progetto Un Computer Per Ogni Studente Su RAI 2" riguardante la sperimentazione, in atto nella classe 5° A della Scuola primaria Don Milani di Rivoli 1° Circolo (To), di un JumPC per ogni alunno della classe e la notizia di un'intervista effettuata da RAI 2.


Ebbene in un  post di Paola Limone, cara amica blogger e valente collega di scuola primaria nonchè insegnante della classe sperimentatrice, si dava avviso di una imminente intervista telefonica da parte di Repubblica. L'intervista ha avuto corso, ma...leggete le perplessità manifestate al riguardo da Paola sul suo blog. Vi invito a leggerle e ad esprimere il vostro punto di vista, sempre molto gradito.


Io che ho già letto, pongo una domanda che mi sorge spontaneamente :"E' una fatica così grande cercare di essere meno superficiali e imprecisi nel comunicare le informazioni?"


Leggete che differenza con quest'altra intervista, indiscutibilmente ben fatta!!!

lunedì 15 dicembre 2008

Scientificando Su STELLA


Cari ragazzi e cari lettori, avevo intenzione qualche giorno fa di segnalare il progetto STELLA, acronimo di Science Teaching in a Lifelong Learning Approach.

In sintesi, STELLA è un portale web interattivo e multilingue rivolto a tutti coloro che si occupano di educazione scientifica e vogliono comunicare esperienze, collaborare, scambiare idee e riflessioni su metodologie e didattica in ambito nazionale ed europeo.

Beh, non ci crederete, ma stavo per accingermi a scrivere la segnalazione quando ricevo in posta elettronica il messaggio che posto di seguito. Quando si dice la combinazione!

Leggete un po'!

***

Gentile prof.ssa Ruberto,

le scrivo per informarla che il suo blog SCIENTIFICANDO è stato menzionato come buon esempio di uso di blog in ambito educativo all'interno della Mini-unità di apprendimento sui blog realizzata dal progetto europeo STELLA (Science Teaching in a Lifelong Learning Approach), finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Lifelong Learning Programme 2007-2013, con lo scopo di contribuire al rinnovamento dell’educazione scientifica in Europa.

STELLA http://www.stella-science.eu  - è un portale web interattivo e multilingue rivolto a tutti coloro che si occupano d’educazione scientifica.
All'interno del portale è attivo il Catalogo europeo d'iniziative di educazione scientifica che contiene le iniziative realizzate o in corso di realizzazione nelle scuole di tutta Europa, direttamente inserite on line dagli insegnanti o dagli educatori che le hanno ideate o condotte. 

Il portale STELLA ospita numerose sezioni, create appositamente per far facilitare lo scambio di esperienze tra insegnanti e promuovere le iniziative di educazione scientifica più interessanti, come:
Comunità di pratica che segnalano ogni mese iniziative scolastiche, articoli, news, link, ecc. dal mondo delle scuole; 
Forum: spazi aperti alla discussione sull'educazione scientifica e alla presentazione delle iniziative dei singoli docenti sia a livello nazionale che europeo;
Strumenti multimediali per la trasferibilità, scaricabili gratuitamente e ideati per supportare gli insegnanti e le scuole nella documentazione dei progetti di educazione scientifica.
Tra quest'ultimi, appunto, vi è una mini-unità di apprendimento dedicata all'uso dei blog a scuola, all'interno della quale troverà citato il suo blog (http://www.stella-science.eu/mini_units/index.php?miniunit=blog).

Spero che la cosa le faccia piacere e colgo l'occasione per invitarla a compilare il nostro questionario on line al fine di inserire le sue iniziative di educazione scientifica (compreso il blog stesso) nel catalogo europeo, compilando il questionario on line alla pagina http://www.stella-science.eu/submit_initiative.php?changeLang=it .

Le iniziative più interessanti, documentate attraverso gli strumenti di trasferibilità, saranno inserite nella Raccolta di buone pratiche e come tali promosse attraverso specifiche azioni di disseminazione a livello nazionale ed europeo.
Resto a disposizione per ogni informazione e le porgo

Cordiali Saluti

Francesca Magrefi


Amitié – coordinatore progetto STELLA
email:  fmagrefi@amitie.it; smoebius@amitie.it
indirizzo: Amitié - via val d'Aposa 3 - 40123 Bologna
Tel. ++39.051.273.173   -   Fax ++39.051.65.60.416
web site:  http://www.amitie.it


***

Cosa dire? Certo che la cosa mi fa piacere e compilerò volentieri il questionario online! Grazie mille.

Il Progetto Un Computer Per Ogni Studente su RAI 2

raidueCari ragazzi e cari lettori, ricordate il post "Porti Sicuri E Motori A Misura Di Bambini", pubblicato su Scientifcando il  30 ottobre scorso? No? Allora cliccate sul link e andate a rinfrescare la memoria!


Comunque, in ogni caso, si trattava di un articolo comparso su "LA STAMPA.it" - Blog  e che riguardava il "Progetto un computer per ogni studente", in corso di sperimentazione nel corrente anno scolastico da una classe 5° primaria, precisamente la 5° A della scuola Don Milani, Rivoli 1° Circolo (TO), insegnanti Paola Limone e Marina Sardone.


Di seguito alcune informazioni sul Progetto.


Task Force: Il gruppo di lavoro regionale è composto da docenti ed esperti di nuove tecnologie e si avvale della collaborazione dell'Istituto Tecnico Ettore Majorana di Grugliasco (TO). Attualmente i docenti coinvolti sono: Marco Guastavigna, Paola Limone, e Dario Zucchini.


Partner : Olidata fornisce per la sperimentazione 50 JumPC più un supporto tecnico. Microsoft e Intel sono partner di Olidata per la realizzazione di JumPC.
La Stampa collabora con il gruppo di lavoro regionale per la lettura in classe del quotidiano e per la promozione e diffusione del progetto attraverso il
Blog


Ebbene, cosa c'entra RAI2 con tutto questo? Leggete di seguito cosa scriveva l'undici dicembre Paola Limone sul suo blog.


Questa mattina abbiamo registrato in classe un servizio che andrà in onda su Rai2 la prossima settimana (appena saprò il giorno lo scriverò) nella trasmissione Costume e società. Abbiamo registrato una "lezione tipo" con l'ausilio del computer in classe, i bambini hanno risposto ad alcune domande (complimenti a loro, risposte intelligenti e precise). Poi sono state rivolte alcune domande a me, alla mia dirigente scolastica, a Dario Zucchini e a Marco Guastavigna. Il clima era molto sereno, i ragazzi che hanno registrato il servizio erano simpatici, e penso proprio che tutti si siano sentiti a proprio agio. Bè, in fondo è importante, non stiamo dando spettacolo ma semplicemente mostriamo (in un servizio di pochi minuti) come si possano fare progetti intelligenti per le tecologie e la didattica, anche grazie alla sinergia delle varie componenti.

Venerdì 26 invece leggerete di noi sul Venerdi di Repubblica (in questo caso si è trattato di un'intervista telefonica).

Giurin giuretto, non ci stiamo montando la testa, siamo sempre i soliti scapestrati della 5° A !


***


Complimenti, Paola, e in bocca al lupo a te e ai tuoi piccoli alunni!

giovedì 11 dicembre 2008

Introduzione Alla Biologia: Corso Di 34 Video - Conferenze Dal MIT

Cari lettori,


segnalo per gli interessati un corso completo di 34 video - conferenze "7.012 Introduction to Biology" tenuto dal professor Eric Lander, direttore del Broad Institute del MIT e uno dei principali leader del Human Genome Project, e dal professore Robert A. Weinberg, vincitore della  National Medal of Science 1997.


Questi corsi introduttivi di biologia sono una delle tante attività svolte dal HHMI Education Group al MIT, un gruppo di studio che si concentra sullo sviluppo di strumenti didattici nei corsi universitari di biologia.


I corsi di base del Dipartimento di Biologia del MIT , 7.012, 7.013, 7.014, comprendono i principi fondamentali di: biochimica, genetica, biologia molecolare, biologia cellulare.

lunedì 8 dicembre 2008

Le Tre Moderne Teorie Scientifiche Che Hanno Rivoluzionato La Visione Del Mondo

Cari ragazzi (in particolare, quelli di 3° B),


pubblico integralmente, per gentile concessione dell'amico Giuseppe Nicosia a cui va il mio sentito ringraziamento, un articolo che rappresenta un'ottima sintesi sulle più importanti teorie scientifiche che hanno modificato profondamente la nostra visione del mondo:


1) La Teoria del Big Bang;


2) La Teoria della relatività;


3) La Teoria dell'Evoluzione delle specie.


Noi tratteremo approfonditamente la prima e la terza teoria nel corso del secondo quadrimestre, ma accenneremo anche alla seconda. Per quanto riguarda la Teoria del Big Bang, su Scientifcando è già presente un bellissimo articolo del nostro caro amico Federico Bo, scritto appositamente per il nostro blog, nell'aprile scorso. Molti di voi non l'hanno sicuramente letto per cui vi invito a farlo perché ne vale veramente la pena.


Ma veniamo all'articolo in questione.


***


teorie_scientifiche_1La Scienza ha cambiato la storia del genere umano, soprattutto negli ultimi quattro secoli, da quando essa è diventata sperimentale. Sperimentale significa che ogni ipotesi formulata tramite un'intuizione dell'intelletto o tratta da un'evidenza osservativa, viene verificata sperimentalmente allo scopo di confermare o confutare l'ipotesi.


In questo modo la scienza ha cominciato ad andare veloce, molto veloce, nello scoprire i misteri del mondo che ci circonda.


Alcune delle teorie che sono state formulate nel corso di questi ultimi secoli, hanno profondamente cambiato la nostra visione del mondo.


Ecco quali:


1) Teoria del Big Bang


La teoria del Big Bang è una delle più famose teorie scientifiche che siano mai state formulate. Il nome, dal significato evidente, ha provocato un fraintendimento piuttosto radicato.


Questa teoria fu formulata negli anni '30 del secolo scorso e fu suggerita da alcune osservazioni astronomiche. Edwin Hubble scoprì infatti che le galassie presentavano uno spiccato "spostamento verso il rosso" nei loro spettri luminosi.


Spostamento verso il rosso significa che la galassie si allontanano.


Tale spostamento era più grande all'aumentare della loro distanza da noi. Questo significa che la distanza tra le galassie aumenta al passare del tempo e ciò automaticamente suggerisce che, in un'epoca remota, risalente a circa 15 miliardi di anni fa, tutta la materia dell'Universo fosse concentrata in un solo punto. Il Big Bang corrisponderebbe all'istante iniziale da cui scaturì l'Universo, l'esplosione iniziale.


Il nome Big Bang, come dicevo all'inizio, ha originato un fraintendimento. Di solito si crede che il Big Bang sia stata un'esplosione che è avvenuta in un certo istante e in un certo punto di uno spazio vuoto. In realtà è stato un evento che ha letteralmente generato lo spazio e il tempo.


Il Big Bang quindi non è stato un'esplosione nello spazio, ma un'esplosione dello spazio. Prima del Big Bang non esisteva né spazio né tempo, quindi non sarebbe possibile nemmeno definire un "prima", visto che il tempo ha avuto inizio proprio con il Big Bang.


teorie_scientifiche_2 
Il Big Bang immaginato da un artista.



2) Teoria della relatività


Anche questa è una delle teorie scientifiche più conosciute al mondo. Si tratta di una teoria davvero molto particolare, anche perché porta la firma di un uomo altrettanto famoso: Albert Einstein.


AlbertEinstein1905 Una foto di Albert Einstein, nel 1905  


Questa teoria così rivoluzionaria si basa su due semplicissimi postulati:


1) Le leggi della fisica sono le stesse per tutti gli osservatori in moto inerziale.
2) La velocità della luce nel vuoto è costante in ogni sistema di riferimento
.


Per moto inerziale si intende un movimento a velocità costante.


Da questi semplici postulati si generano delle conseguenze davvero soprendenti. Se ci muoviamo a velocità basse, come quelle che osserviamo nella nostra quotidianità, lo spazio e il tempo ci appaiono come delle quantità "rigide" e immutabili, quasi assolute. Siamo portati a pensare che un orologio che si trova su un aereo segni il tempo esattamente come lo segna un orologio che si trova fermo a terra. Oppure ci sembra ovvio che un metro su una automobile in corsa sia uguale ad un metro che si trova fermo in casa.


In realtà queste convinzioni non sono esatte.


Quando le velocità cominciano ad avvicinarsi a quella della luce, gli orologi in movimento tra di loro non segnano affatto il tempo allo stesso modo. Anche i metri in movimento tra loro non hanno più la stessa lunghezza.


Si tratta della dilatazione del tempo e della contrazione delle lunghezze.


Dilatazione_Tempo


 La formula matematica della "dilatazione del tempo",  c è la velocità della luce.



La dilatazione del tempo consiste nel fatto che il tempo scorre più lentamente per un orologio che si muove ad alta velocità rispetto ad un altro.


La contrazione delle lunghezze invece consiste nel fatto che la lunghezza di un oggetto è minore se si muove ad alta velocità rispetto ad un altro.


Forse uno degli effetti più noti e sconcertanti della dilatazione del tempo è il cosiddetto "paradosso dei gemelli".


Supponiamo che uno di due gemelli, dell'età di trenta anni, parta con un'astronave e che faccia un viaggio tra le stelle a una velocità prossima a quella della luce. L'altro gemello invece resta sulla Terra ad aspettarlo. E lo aspetta per 50 anni. Quando il gemello torna lui avrà quindi 80 anni ma, sorpresa, dall'astronave non vedrà scendere un vecchietto, ma un energico quarantenne! Sulla Terra sono passati 50 anni, sull'astronave solo 10.


Dalla formula presentata prima si può ricavare con facili calcoli che questo avviene quando la velocità dell'astronave è circa il 98% della velocità della luce.


Se ci avvicinamo ancora di più alla velocità della luce, l'effetto diventa ancora più marcato. Se arriviamo al 99,99% della velocità della luce, ad esempio, 100 anni sulla Terra li vedremmo passare in un solo anno sull'astronave. In questo caso chi sta sull'astronave al ritorno troverebbe tutti gli amici e parenti trapassati da un bel po'.


Ovviamente raggiungere simili velocità non sarà facile nemmeno in un futuro remoto, perché si frappongono non solo ostacoli tecnologici, ma anche limiti fisici che non mi dilungherò a descrivere.


E' sottinteso che la velocità della luce, non solo non si può superare, ma nemmeno raggiungere.


3) Teoria dell'evoluzione delle specie


Un'altra teoria tanto nota quanto misconosciuta: la teoria dell'evoluzione delle specie viventi. Trae il suo nome dal trattato "L'origine delle specie" di Charles Darwin, pubblicato il 24 novembre del 1859.


  Darwin_4
Un ritratto di Charles Darwin della fine degli anni '30 del 1800.


La credenza, in gran parte di origine religiosa, che le specie viventi, compreso l'uomo, fossero state create contemporaneamente, fu superata da questa teoria. Essa rappresenta un tentativo di spiegare l'esistenza di una grande varietà di forme viventi con una teoria che avesse una valenza scientifica.


La prima formulazione di Darwin e le successive modifiche costituiscono un argomento molto vasto, ma a noi interessa solo vedere i punti chiave.


Cosa significa evoluzione delle specie?


Significa che nel corso del tempo le specie viventi hanno subito delle variazioni. Lo dimostrano i ritrovamenti fossili, che ci hanno mostrato che in epoche remote esistevano animali, piante e insetti che oggi non esistono più. Uno degli esempi più eclatanti è quello dei dinosauri. La maggior parte degli esseri viventi attualmente esistenti invece non erano presenti in epoche remote.


Se si va indietro nel tempo si scopre che all'inizio la vita sulla Terra era unicellulare, poi si sono sviluppati i primi esseri formati da molte cellule. In queste epoche la vita dipendeva dal mare e non c'era nulla nelle terre emerse. La conquista della terra era appena cominciata. Le prime creature che poterono mettere piede sulla terraferma furono gli anfibi, poi i rettili, i dinosauri, le piante, gli insetti e infine un elenco interminabile di altre forme viventi.


Si potrebbe dire che le specie viventi nel corso di 3 miliardi di anni si siano modificate partendo da forme semplici e unicellulari alle forme complesse e super specializzate come quelle attuali.


Nel frattempo molte specie sono comparse, hanno trascorso la loro più o meno lunga esistenza e sono scomparse, estinte, sostituite da altre che hanno perpetrato la vita su questo pianeta.


La domanda è questa: le specie si evolvono l'una dall'altra oppure nascono e scompaiono senza alcuna correlazione reciproca?


Le prove scientifiche mostrano che la prima ipotesi è quella giusta. Ma se le specie si evolvono l'una dall'altra, e quindi in un certo senso sono tutte un po' imparentate tra loro, come avviene questa evoluzione?


 Avviene secondo due meccanismi:


1) La selezione naturale


2) Deriva genetica


 La selezione naturale è un meccanismo che favorisce le specie più adatte all'ambiente in cui vivono.


La deriva genetica invece è una variazione, puramente casuale, dei geni della specie che possono subire così dei cambiamenti che le possono favorire o sfavorire nell'ambiente in cui vivono.


La combinazione di questi due meccanismi, ha prodotto, con il passare delle ere, tutta la immensa varietà di specie viventi che conosciamo.


Una variazione genetica casuale può favorire alcuni individui di una specie nella sopravvivenza. Questi individui trasmetteranno questa variazione ai loro discendenti. Con il passare del tempo tutti gli individui con questa caratteristica sopravviveranno, gli altri lentamente (o anche rapidamente) si estingueranno


***


Consulta:


- L'incredibile viaggio del genere umano


- L'evoluzione dell'uomo


- L'Evoluzione Umana E L'Homo Sapiens Di Casa Nostra


- Il Learning Object: L'universo e la sua nascita

venerdì 5 dicembre 2008

Speciale Natale 2008 Con Le Holiday Cards Da Hubble E Altro

hubble_ecardCari ragazzi e cari lettori, le festività natalizie si stanno avvicinando velocemente. Ho pensato pertanto  di proporvi alcune soluzioni per preparare delle cartoline e inviarle magari ai vostri amici.


Farete sicuramente bella figura con le Holiday cards di Hubble. Potete scaricarle anche in formato pdf a questo link.


Ammiratene una per avere un'idea di quanto siano interessanti e originali.


hubble_card_2


L'ecard rappresenta la Spiral Galaxy M74 .


E adesso alcuni link con tante idee. Da Maestro Antonio:


- 59 sfondi dal sito di Hongkiat (senza calendario)


- 55 sfondi dal sito di Smashing Magazine (con o senza calendario)


Da maestroalberto di Alberto Piccini:


- CardFunk: cartoline di Natale animate personalizzabili con una faccia


- Sfondi natalizi


E da Maestro Alberto, sempre di Alberto Piccini, una vera scorpacciata di risorse ai link:


- Speciale Natale 2008


Metti la tua faccia in quella in un elfo di Natale: ElfYourself


- Creare cartoline elettroniche di auguri di Natale con i vostri cani e gatti





- Disegni da colorare per il Natale


- Spedire cartoline di auguri di Natale personalizzate con la tua faccia


- Icone dedicate al Natale



Potete, infine,  vedere tutte le attività dedicate al Natale su mypage, il primo sito web 2.0 per ragazzi in Italia, che si veste a festa e presenta giochi, letture e disegni dedicati al Natale. Sotto l’albero di Natale, al fianco dei giocattoli tradizionali, quest’anno ci sono i kidget, i giocattoli digitali di mypage.it.


La Lettera a Babbo Natale  è il kidget che permette ai bambini di scrivere online i loro desideri per il prossimo Natale. Grazie al Parental Control, attraverso cui i genitori possono controllare e moderare quello che i loro figli scrivono, mamma e papà possono così scoprire quello che i bambini sognano di ricevere in regalo il prossimo Natale.

Per vivere le feste sotto il segno dell’arte c’è la lavagna Disegna il Natale, con cui i bambini possono disegnare il loro biglietto d’auguri e stamparlo. Babbo Natale e le sue renne sono invece le protagoniste dei disegni da colorare, online nei prossimi giorni.


Tra i personaggi che festeggiano il Natale su mypage.it, ci sono anche i protagonisti di Kung Fu Panda. In occasione dell’uscita in DVD del film, mypage.it ospita il gioco d’abilità Stellette Ninja, il trailer del film e i video-tutorial che insegnano come disegnare Po e come ballare la Kung Fu Dance

La colonna sonora del Natale di mypage.it è curata dalle Kactoons, la girl band a cartoni animati di Achtoons protagonista di un video e del gioco online Missione di Natale.



 

Insomma non avete che l'imbarazzo della scelta!


 


Il Pianeta Dei Dinosauri [Playlist Di 25 Video]

Cari ragazzi e cari lettori,


vi propongo una playlist di 25 video relativi al programma di Piero e Alberto Angela, mandato in onda da RAI UNO nel 1993.


La prima puntata, che potete guardare nel  seguente video, percorre le varie ere dominate dai dinosauri e ne mostra diverse specie.


A questo indirizzo, troverete l'intera playlist. Buona visione!


Consultate anche il post "Perché scomparvero i dinosauri?", presente su questo blog.

Ecco il video della prima puntata. 





lunedì 1 dicembre 2008

Scrivono Di Scientificando...

Cari ragazzi,


è un po' imbarazzante parlare di se stessi, ma in effetti è la prima volta che lo faccio perché so bene che ci tenete. I nostri cari lettori comprenderanno e saranno indulgenti verso il nostro sentimento di vanità...ma siamo esseri umani con le nostre debolezze e, quando si lavora sodo, si prova un moto di umana soddisfazione nel ricevere qualche apprezzamento perché motiva a continuare.


Ma di cosa si tratta, direte voi? Oggi pomerigio, il caro amico Massimo, mi scrive in un commento su un altro mio blog, che ieri, 30 novembre, ha letto su "l'Unità" un trafiletto che scrive di Scientificando. Potete verificare online a questo indirizzo, a pag. 35. Il trafiletto titola "SCIENTIFICANDO.SPLINDER- Piccoli scienziati".


Grazie, Massimo, se non mi avessi informata, io e i miei alunni non ne avremmo saputo nulla.


Riporto di seguito il trafiletto de "l'Unità".


 


scientificando

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Template e Layout by Adelebox