giovedì 25 marzo 2010

CENTO DOMANDE SUL NUCLEARE - PDF EBOOK INTROVABILE



centodomande


Cari ragazzi e cari lettori,

nel corso della mia instancabile ricerca di risorse e info nella rete, ho avuto un colpo di fortuna incredibile, imbattendomi in un vecchio opuscoletto, ormai introvabile, "Cento domande sul nucleare", pubblicato dall'Espresso nel Giugno '86.



La risorsa, non più disponibile sul sito web del Dipartimento di Scienze Fisiche, Università di Napoli "Federico II", è adesso consultabile scaricabile a questo indirizzo.

L'opuscolo contiene articoli di Regge, Mattioli, Maltoni, Scalia, e costituisce un'ottima base informativa per una proficua discussione didattica (e non solo) sul nucleare, soprattutto per gli alunni della scuola secondaria di 2° grado.



6 commenti:

  1. Possiedo giornale e opuscolo, comprati in edicola. All'epoca, al mio secondo anno di Università, la discussione era bella tosta ....

    RispondiElimina
  2. utente anonimo26 marzo 2010 10:47

    Cara Annarita, sul nucleare, non so mai da che parte stare.
     Se da un lato, il nucleare vuol dire progresso,
    dall'altro leggiamo i danni che provoca all'uomo
    e cosi opto per la seconda.
    Ma l'uomo dovrebbe saper rinunciare 
    alle comodità che gli offre il nucleare,
    cosa assai difficile
    Forse gli scienziati, dovrebbero abbandonare 
    gli studi sul nucleare e rivolgere la loro 
    intelligenza e attenzione a fonti diverse.
    Io son convinta da profana che intorno a noi 
    gira tanta di quella energia pulita che è ancora tutta da scoprire
    La prima fonte  si sa che è il sole.
    Ho letto il pdf, e i danni che il nucleare  procura all'uomo, sono dati che 
    fanno riflettere molto.
    Buona giornata 
    Un abbraccio
    Rosaria.

    RispondiElimina
  3. Se il nucleare fosse veramente pulito e sicuro, risolverebbe tutti i problemi. Pulito non e perchè i nostri nipoti pagheranno i nostri errori se non si troverà una vera soluzione allo smaltimento e sicuro mi fa venire in mente Cernobyl che ancora oggi a distanza di tantissimi anni miete ancora vittime innocenti. Le alternative a mio avviso non decolleranno mai come dovrebbero fino a quando il potere del petrolio comanderà.
    Buona vita, Viviana

    RispondiElimina

  4. Mi meraviglio che se ne parli così poco dei progetti sul nucleare.
    Scaricherò l'opuscolo, grazie.
    Ciao Annarita, Roberta.

    RispondiElimina
  5. il link non funziona... comunque sito splendido. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, grazie di avermi avvisato. Adesso l'opuscolo è nuovamente disponibile.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...