lunedì 6 agosto 2012

Curiosity: Touchdown! Missione Impossibile Compiuta

Credit: NASA/Bill Ingalls

Ho assistito, questa mattina, in diretta al touchdown del rover Curiosity e quasi non credevo ai miei occhi e ai miei orecchi... Curiosity è su Marte: Missione impossibile compiuta!


Ho visto la gioia dei controllori da terra del NASA/JPL (vedere immagine sopra) alla constatazione dell'avvenuto atterraggio del rover, secondo le previsioni. Curiosity valuterà se Marte abbia mai avuto un ambiente in grado di sostenere delle forme di vita.

Ho visto le prime immagini pervenute, quella che segue è una delle prime in assoluto:


Credit: NASA/JPL-Caltech
"This is one of the first images taken by NASA's Curiosity rover, which landed on Mars on the morning of Aug. 6, 2012. It was taken through a fisheye wide-angle lens on the left "eye" of a stereo pair of Hazard-Avoidance cameras on the left-rear side of the rover. The image is one-half of full resolution. The clear dust cover that protected the camera during landing has been sprung open. Part of the spring that released the dust cover can be seen at the bottom right, near the rover's wheel.
On the top left, part of the rover's power supply is visible.
Some dust appears on the lens even with the dust cover off.
The cameras are looking directly into the sun, so the top of the image is saturated. Looking straight into the sun does not harm the cameras. The lines across the top are an artifact called "blooming" that occurs in the camera's detector because of the saturation.
As planned, the rover's early engineering images are lower resolution. Larger color images from other cameras are expected later in the week when the rover's mast, carrying high-resolution cameras, is deployed." [Fonte]
Qui potrete vedere tutte le successive immagini che verranno aggiunte.

Qui è possibile seguire le news della missione su Marte.

6 commenti:

  1. Proprio vero, Annarita, riallacciandomi al tuo post precedente, è stata una tagedia umana quella del 6/ agosto/1945 che i più ottimisti sulla non probabile follia dell’uso atomico in una futura guerra mondiale umana non dovrebbero mai dimenticare. Non dobbiamo mai dimenticare che la seconda guerra mondiale si è proprio conclusa con questa follia.

    Per contro, noi oggi, abbiamo avuto la più bella notizia per la futura esplorazione spaziale dell’uomo su Marte, una “follia” utipistica iniziata molto lontano nel tempo, grazie alle prime scoperte e conquiste umane risalenti all’origine del nostro pensiero scientifico.

    Sento parlare di costi notevoli di questa impresa spaziale, senza rimarcare che andrà ad analizzare un aspetto non di poco conto della ricerca, sia che la vita su Marte ci sia, oppure no. Fanno notare i nostri politici che questa impresa è costata troppo: 2 miliardi di euro! Che esagerazione! Obama ora, dovrà ridurre del 20% le spese per la ricerca spaziale….dicono loro…i nostri politici.

    Ma io direi che l’impresa è costata quanto 40 ingaggi milionari del calcio italiano che corre dietro ad un pallone ed è pari a due anni di costi parlamentari della nostra sperperante politica italiana senza scrupoli e che certamente è molto meno fruttuosa di una singolare impresa scientifica come questa.

    Domanada: “ Perché gli scienziati e i professori italiani non si fanno eleggere negli istituti per occupare, nei tanti e tanti giorni deserti della politica, il parlamento italiano onde decretare in materia di scienza allo scopo di far sapere e conoscere come la pensa un mondo diverso da coloro che pensano solo alle prossime elezioni anziché alle prossime generazioni?”

    Un abbraccio

    Aldo

    RispondiElimina
  2. Annarita sai che penso?
    Mentre l'America esulta a giusta ragione per l'atterraggio riuscito sul pianeta rosso, in Giappone questa mattina ha oservato un minuto di silenzio in memoria delle 14.000 persone uccise dalla bomba atomica sganciata dagli Usa
    Strana la vita il sei agosto segna due date importanti e guarda caso due date che appartengono agli Usa.

    Scusami Annarita, per questo mio commento, forse fuori luogo.
    Onore alla Nasa e un fiore al Giappone.

    Ti abbraccio, ciao.

    RispondiElimina
  3. Aldo, ti ringrazio per le tue significative considerazioni che non possono non essere condivisibili!

    Per la tua domanda finale, rispondo:"Magari!". Sarebbe una gran cosa...

    Un abbraccio.

    Annarita

    RispondiElimina
  4. Il tuo commento non è fuori luogo, Rosaria. Le tue considerazioni sono molto pertinenti perché non si può non rilevare questa coincidenza singolare.

    Gioiamo per il successo della missione NASA, con uno sguardo al passato affinché non debba mai più ripetersi una tale follia.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Ho assistito anch'io alla diretta e non posso nascondere di aver provato una certa commozione all'esultazione dei tecnici nasa per la riuscita dell'impresa. Spero che tutto questo porti del bene!
    Un caro saluto Annarita, buona continuazione per le tue vacanze...le mie sono terminate.
    Roberta

    RispondiElimina
  6. Me lo auguro anch'io, Roberta, che tutto ciò porti del bene.

    Buona ripresa lavorativa.

    Un caro saluto e a presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Template e Layout by Adelebox