venerdì 18 giugno 2010

Test E Griglia Di Correzione Della Prova Nazionale Invalsi 2010 (Italiano + Matematica)



Cari ragazzi di terza B, ho trascorso l'intero pomeriggio a correggere la prova nazionale Invalsi di matematica, che avete affrontato questa mattina insieme alla prova nazionale di italiano.

Pubblico, pertanto, solo adesso i test e la griglia di correzione. La seconda è stata resa nota sul sito dell'Invalsi a partire da oggi a mezzogiorno, mentre i test delle prove sono stati messi online nel pomeriggio. Eccoli in ordine, pronti per il download:

- prova nazionale di italiano (fascicolo 1);

- prova nazionale di matematica (fascicolo 2);

- griglia di correzione (italiano + matematica).


La griglia di correzione è consultabile di seguito nel widget di Issuu. Cliccare al centro per vederla in modalità fullscreen.






Open publication - Free publishing - More scuola


Dalle prime impressioni raccolte in rete, i ragazzi hanno trovato difficili i test  della prova di matematica e più abbordabile la prova di italiano. Nei prossimi giorni pubblicherò le considerazioni dei docenti e quelle di qualche nota Associazione professionale di docenti.

 

8 commenti:

  1. utente anonimo18 giugno 2010 09:58

    ma non si riesce a scaricare la prova di matematica da nessuna parteeeeeeeee

    RispondiElimina

  2. Come non si riesce!!! Non ci riesce lei! Clic con il destro del mouse sui primi due link e poi "salva destinazione con nome" oppure "salva oggetto con nome" a seconda se ha firefox o internet explorer. Per la griglia di correzione invece clic con il sinistro del mouse e poi clic su download!

    Auguri!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo18 giugno 2010 19:55

    Ho sentito che le prove Invalsi erano un po' difficili.
    Mi interessa vedere di cosa si tratta, utile averla cosi'
    la scarico.
    A presto Prof.
    Linda M.

    RispondiElimina
  4. Linda, le prove Invalsi sono state impegnative per i ragazzi, ma non ti preoccupare perché il prossimo anno cominceremo da subito con le esercitazioni. Due prove  le avete svolte anche quest'anno.

    Goditi le vacanze e ricarica le pile per settembre. Un bacione.

    La tua prof.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo18 giugno 2010 21:05


    Sono un insegnante che ha passato un pomeriggio a correggere le prove invalsi. Mi piacerebbe che raccoglieste e pubblicaste opinioni sulla modalità di valutazione e trascrizione della prova.
    Domande: test di valutazione terminale se ne fanno da decenni in Europa, ma sono tutti così inutilmente complicati?

    C'erano due modi di valutare le prove: seguendo le istruzioni e le tabelle fornite o inserendo le risposte e facendo fare al sistema informatico dell'invalsi. Perchè, come è possibile che i due metodi diano risultati differenti? Erano persino differenti le serie di risposte disponibili per i quesiti. Il metodo manuale che divideva in sottogruppi le domande da valutare sarà stato docimologicamente perfetto ma umanamente assurdo, troppo complicato, praticamente folle.

    Perchè un ragazzo che ha avuto sempre tutti 8 e 9 per tre anni deve trovarsi a fare una prova scritta nazionale che gli stampa un 5 nella sua media d'esame? Cosa dimostra? Che un bravo studente non è adatto ai quiz dell'invalsi o che tre anni di scuola sono stati fatti nella direzione sbagliata?
    Ho sbagliato io per tre anni o l'invalsi è una prova astrattta, distante,fozata?

    Infine un mio giudizio non posso proprio fare a meno di darlo.
    Ora che tolgono personale, risorse e speranze alla scuola pubblica, usare tante risorse di tempo e denaro per la prova nazionale è come se in una guerra si usassero i soldi di munizioni e ospedali da campo per fare statistiche sui caduti. La scuola sta tragicamente perdendo capacità di istruire, i tagli agli "sprechi" stanno strangolando anche la buona volontà del personale. La prova invalsi non serve ad avere ragazzi meglio preparati o meglio motivati ma solo a misurare il vuoto che separa il ministero dalla realtà pedagogica italiana.

    La cosa più tragica è che dovremo anche farli esercitare per non cadere sotto queste forche caudine inventate da gente malata o prezzolata in eccesso. Ma se dovevano risparmiare che cominciassero proprio dalla prova nazionale. Ci dicano quanto costa, chi formula i quesiti (si parla di co.co.pro. laureandi)? Il carrozzone invalsi fa scontare ai nostri figli il fio della sua sopravvivenza. Cosa ci ha guadagnato la scuola con questa prova?

    RispondiElimina

  6. Caro collega, anch'io ho passato l'intero pomeriggio a correggere e tabulare le risposte dei miei ragazzi.

    Raccoglierò sicuramente i pareri dalla rete e li pubblicherò, come ho promesso di fare nel post.

    Concordo con lei! Tanta amarezza!!!

    Cordialmente.

    annarita ruberto

    RispondiElimina
  7. utente anonimo19 giugno 2010 13:25

    Sono uno studente di terza media che ha fatto la prova invalsi due giorni fa.
    Io penso che questa prova, mi permetto di dirlo, sia un po' una presa in giro per noi studenti e non scherzo. Già abbiamo la seccatura dell'esame con quattro prove scritte e ci vuole pure questa prova ad alimentare la preoccupazione? Ora io sono bravo a scuola, non per vantarmi. Sono stato ammesso con dieci e non ho intenzione di rovinarmi la media per una prova di questo tipo. Oggi, alla prova di inglese c'era il mio prof di italiano che mi ha comunicato in segreto che ho preso sette. Ora, sette non è un brutto voto,ma mi rovina la media che dal nove passa all'otto. Il fatto ancora più ecclatante è che io sono stato il migliore della classe con sette!
    La prova di italiano era enormemente lunga!!! Il tempo non era affatto adeguato al numero di quesiti ed è un miracolo che sia riuscito a finirla.
    Con la pressione del tempo, per di più vai in agitazione è sbagli le cose più banali: NON HO DISTINTO UN SOGG. DA UN COMPL. OGG.!!!!!!!
    Questo tutto per la fretta. Poi c'erano anche domande che non avevano risposte nel testo tipo quella dell'ecosistema. Insomma, se si trattava di un test di cultura generale forse era il caso di dirlo prima.
    La prova di matematica era semplice, ma laboriosa e lunga! Anche quì la fretta ti fa cadere in trappole banali! Ora, magari con un po' più di tempo a disposizione uno si può fermare di più a ragionarci un attimo.
    Oppure si poteva tenere il tempo limite di un'ora ma diminuire il numero di quisiti. I miei compagni la pensano come me e credo anche il resto della scuola ed io faccio un po da portavoce.
    Nella mia classe ci sono stati docici quattro!  Come devono fare i prof? Bocciare dodici persone?

    RispondiElimina

  8. Caro alunno di terza media, da insegnante, che ha partecipato con la sua classe terza alla prova Invalsi, ti do perfettamente ragione!

    Grazie del contributo.

    Inserirò il tuo commento in un post  apposito la prossima settimana quando avrò raccolto altri pareri.

    Anzi, invita compagni e docenti ad inserire altri commenti a questo post.

    Grazie ancora.

    Prof. Annarita Ruberto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...